Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Acqua e Sapone DVD: recensione del film di Carlo Verdone

Le battute di Verdone e la sua inconfondibile mimica facciale vi faranno ridere per tutta la durata del film.

Trama

Sandy è una giovane modella americana ancora minorenne che si trasferisce a Roma con sua madre e il patrigno per lavorare in un servizio fotografico. La ragazza è oppressa dalla sua famiglia che vede in lei una fonte di guadagno.
Un giorno la madre dei Sandy contatta Padre Spinetti per chiedergli di seguire la preparazione scolastica della figlia, ma al telefono risponde il bidello Rolando Ferrazza che si finge Padre Spinetti per guadagnare qualche soldo impartendo lezioni private a Sandy.
La ragazza ben presto scopre l'inganno e decide di ricattare Rolando costringendolo a uscire con lei per regalarle dei momenti di evasione dalla sua dura vita di modella. I due si innamorano ma l'idillio non dura a lungo perché la madre di Sandy scopre tutto e lo licenzia. Sandy decide allora di scappare di casa ma dopo un periodo passato a casa di Rolando deciderà di tornare dai suoi genitori e alla sua professione.

Recensione

Acqua e sapone è un film diretto e interpretato da Carlo Verdone nel 1983. Il regista si è ispirato allo scandalo delle "baby modelle"che vedeva giovanissime ragazze molto belle costrette dai genitori a lavorare come modelle per ottenere ingenti guadagni. Acqua e sapone è stato il quarto film di Verdone ma nonostante la sua poca esperienza come regista la commedia è nel complesso ben riuscita grazie a una trama scorrevole, a dialoghi esilaranti e a una buona sceneggiatura. La commedia regala delle grasse risate grazie all'interpretazione di Verdone nel ruolo del protagonista che come sempre, con la sua ironia sottile, riesce a far ridere ma anche a trattare problematiche serie come la disoccupazione dei laureati e lo sfruttamento di giovani ragazze. Il divertimento è assicurato anche grazie all'interpretazione di Elena Fabrizi nel ruolo di Sora Lella, la nonna romana del protagonista.
Il finale lascia gli spettatori un po' con l'amaro in bocca perché l'amore non vince su tutto e la ragazza decide di ritornare alla sua vita di prima.
Un film consigliato a chi vuole passare una serata in allegria e a chi ama la comicità italiana.

Stessi articoli di categoria Cinema e Documentari