Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Assicurazioni RCA e donne: info, curiosità e novità legislative

La proposta della Commissione Europea prevederebbe l'eliminazione della discriminante legata al sesso per il calcolo dei premi delle assicurazioni. Attualmente le donne, a parità di condizioni e classe di merito, pagano meno

Le donne pagano premi rc più bassi

A dispetto del noto detto, 'Donne al volante, pericolo costante' la maggior parte delle compagnie di assicurazione RC auto (online o tradizionali) applicano dei premi più bassi se ad assicurarsi è una donna. La scelta risiede nel fatto che statisticamente le donne, causano meno incidenti rispetto agli uomini, dato che percorrono in media meno chilometri all'anno. Infatti nel calcolare il premio di una polizza auto, o moto, l'assicuratore prenderà i dati che sono stati inseriti nel questionario (età, sesso, Provincia di appartenenza, tipo di professione, stato civile, chilometri percorsi all'anno, tipo di uso dell'auto se di tipo promiscuo o di tipo misto), e sulla base di apposite tabelle, assegnano a ciascun fattore un punteggio. Dalla somma dei vari punteggi (ottenuta sommando alla cifra i punteggi dei vari fattori con il punteggio legato alla classe di merito), viene determinato il rischio complessivo, e a sua volta sulla base di questo, viene determinato il prezzo o il premio della polizza (questo spiega la motivazione per la quale diverse compagnie di assicurazione, a parità di informazioni, stabiliscono premi di importo diverso, perché ciascuna è in possesso di tabelle statistiche redatte dal proprio centro studi). Inoltre molte compagnie (ad esempio Genertel, e Fata Assicurazioni, che prevedono pacchetti, per le sole donne, dove vengono inseriti servizi aggiuntivi, quali una specifica assistenza nel caso in cui l'auto dovesse restare in panne), prevedono dei servizi aggiuntivi, che esulano gli aspetti meramente assicurativi.

Le novità normative

Più che una vera e propria novità, si tratta di una proposta che è stata avanzata dalla stessa Comunità Europea, sotto forma di direttiva, che prevederebbe l'eliminazione della discriminante sessuale per il calcolo delle polizze assicurative. Quindi dalla tabella per i calcoli statistici del rischio dovrebbe essere depennata la voce legata al sesso, un'ipotesi, tra l'altro, fortemente sostenuta dalle associazioni dei consumatori, che ritengono la necessità di eliminare tutti quei fattori che l'assicurato non può controllare (quali età, sesso, provincia di residenza) . Ma attenzione, perché anche nell'eventualità in cui si procedesse ad accettare una proposta di calcolo basata solo sulla classe di merito (l'unico fattore che potrebbe essere sotto il controllo degli assicurati, almeno in gran parte), non ci sarebbe una generale riduzione dei premi assicurativi, ma questi verrebbero livellati, dato che il maggior rischio legato ad alcuni fattori, verrebbe spalmato sulle altra categorie (in sostanza ne beneficerebbero i giovani e quelle categorie che generalmente pagano di più perché sono a maggior rischio di incidente).

Stessi articoli di categoria Assicurazione e Pensione

Preventivo assicurazioni moto: come risparmiare sulla polizza

Preventivo assicurazioni moto: come risparmiare sulla polizza

Il vasto mercato “insurance Italy” fa sì che la scelta dell'assicurazione moto e auto online ed offline, sia molto dispendiosa di tempo. La comparazione di una vasta gamma di preventivi di “moto e auto broker”, però è l'unico mezzo per risparmiare sull'acquisto dell'assicurazione online e offline. In questo articolo sarà spiegato come fare per risparmiare sull'acquisto di una polizza per la moto.
Assicurazione moto temporanea, come trovare la più conveniente

Assicurazione moto temporanea, come trovare la più conveniente

La moto è un mezzo di trasporto che non tutti utilizzano durante l'intero arco dell'anno. Per quei motociclisti che ne fanno solo un uso stagionale, la spesa per la polizza assicurativa può divenire troppo onerosa. Pertanto le compagnie assicurative hanno creato polizze temporanee o a consumo che consentono di pagare l'assicurazione solo nel periodo di effettivo utilizzo del mezzo.