By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. They ensure the proper functioning of our services, analytics tools and display of relevant ads. Learn more about cookies and control them

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Batterie per automobili ibride: tipologie, pregi e difetti

Le batterie per auto ibride: come funzionano e quali sono le tipologie principali.

Cos'è una batteria per auto ibrida?

Le batterie per auto ibride sono batterie simili a quelle che tutti conosciamo, con la differenza di essere ricaricabili e sufficientemente potenti da far muovere un veicolo sulla strada per diversi chilometri. Come le altre batterie, si compongono di due elettrodi immersi in una soluzione ricca di ioni (elettroliti), in grado di accumulare e rilasciare una carica elettrica. Anche se noi la chiamiamo "batteria", al singolare, si tratta in realtà di un gruppo di batterie, composto da più celle individuali; lo stesso vale per la batteria di un computer portatile, mentre quella più piccola di un telefono cellulare consiste effettivamente in una batteria singola.

Le tipologie principali

Esistono tre tipologie principali di batterie utilizzate per auto ibride: batterie piombo-acido, batterie al nichel-metal-idrato (NiMH) e batterie agli ioni di litio (Li-ion). Il primo tipo è considerato in assoluto il più inquinante e tossico, e presenta anche lo svantaggio di essere molto pesante, riducendo quindi in parte l’efficienza del veicolo; la batteria piombo-acido è con ogni probabilità destinata a sparire dal mondo delle auto elettriche. Il nickel infatti è meno tossico del piombo, ma non è comunque esente da aspetti negativi: il suo processo di estrazione è ritenuto rischioso, e il materiale stesso può risultare potenzialmente cancerogeno (annullando così il concetto di “energia pulita”, principale punto di forza delle auto elettriche). La soluzione migliore sembra quindi essere rappresentata dalle batterie agli ioni di litio, tecnologia su cui le aziende automobilistiche del mondo stanno investendo milioni di dollari con l’obiettivo di creare un’automobile ibrida in grado di funzionare con efficienza grazie alle stesse batterie attualmente in uso per i computer portatili e i lettori mp3. La ricerca deve ancora affrontare molte sfide prima di giungere a una soluzione ottimale, ma sono sempre di più le persone che credono concretamente a un futuro in cui le auto ibride prenderanno il posto degli attuali veicoli. I vantaggi infatti sono numerosi: leggerezza, cicli di vita più lunghi, performance ottime anche con basse temperature, ininfiammabilità, bassa resistenza interna, e altri ancora, oltre ovviamente al pregio più importante di tutti, cioè l'impatto ambientale ridotto.

Stessi articoli di categoria Sviluppo sostenibile

Principi e obiettivi della campagna No Excuse 2015

Principi e obiettivi della campagna No Excuse 2015

Si parla tanto di progresso, miglioramento della qualità della vita, sostegno ai paesi in via di sviluppo e programmi per l'aumento del benessere, ma spesso sono più i discorsi teorici delle iniziative pratiche. In questo articolo parleremo della campagna No Excuse 2015, nata per completare il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio: proseguite la lettura del testo per saperne di più!
Installazione di un impianto fotovoltaico: vantaggi e costi

Installazione di un impianto fotovoltaico: vantaggi e costi

Il problema energetico, ben lungi dall'essere stato risolto, è ormai sotto gli occhi di tutti: per questo motivo è necessario che anche i privati cittadini (e non solo le grandi ditte) si diano da fare per porre rimedio. Installare un impianto fotovoltaico per coprire il fabbisogno domestico sembra sicuramente un'ottima idea, ma conviene? Leggete il resto dell'articolo per scoprire vantaggi e costi da sostenere.
Certificazioni di Qualità: note informative sulle norme ISO

Certificazioni di Qualità: note informative sulle norme ISO

L'ISO (International Organization for Standardization) è la più importante organizzazione a livello mondiale per la definizione di norme tecniche. Fondata il 23 febbraio 1947, ha il suo quartier generale a Ginevra in Svizzera. Di seguito vengono esposte alcune note informative sulle norme della serie ISO 14000 e serie ISO 9000, specificando i modi con cui è possibile ottenere le Certificazioni.