Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Calcolo del periodo fertile e metodi di contraccezione naturale

Un' alternativa alla contraccezione tradizionale..

I metodi

Il metodo contraccettivo in assoluto più sicuro ed efficacie è, senz’ombra di dubbio l’astinenza. I metodi naturali si basano sull’individuazione del periodo fertile della donna in modo da evitare i rapporti in questi giorni. Un’astinenza periodica, dunque, ma che ha una scarsa efficacia. La capacità procreativa della donna ha una ciclicità. Inizia con il menarca (la prima mestruazione in età variabile dagli 8 ai 16 anni) e termina con la menopausa ( tra i 42 e i 58 anni). Ogni mese si ha lo sviluppo di un ovulo che può essere fecondato da uno spermatozoo, tra i milioni prodotti in un’eiaculazione. L’ovulo è fecondabile per circa 2 giorni e gli spermatozoi restano fecondanti fino a 3/4 giorni dopo il rapporto sessuale. Dato che l’ovulazione avviene in media 14 giorni prima del ciclo mestruale successivo sembra semplicissimo, se una donna ha un ciclo regolare, evitare il periodo fertile. Su questi conti il ginecologo giapponese Ogino Knauss ha basato il suo metodo. Nelle donne con un intervallo di 28 giorni tra un ciclo e l’altro: astensione dai rapporti sessuali dal 10° al 17° giorno del ciclo, per una donna con intervallo variabile tra 26 e 30 giorni l’astensione deve andare dall’8° al 18° giorno. A parte la difficoltà dell’avere rapporti programmati il metodo è veramente poco affidabile perché ci possono essere ovulazioni anomale anche subito prima o subito dopo il ciclo mestruale. I figli di Ogino sono innumerevoli. Per calcolare più esattamente il momento dell’ ovulazione si può ricorrere alla misurazione della temperatura basale, la temperatura interna, misurata al risveglio per alcuni mesi. Quando avviene l’ovulazione la temperatura basale si innalza di quasi 0,5 gradi. Il periodo fertile è quindi da 3/7 giorni prima a 3 giorni dopo l’innalzamento della temperatura. Non è un metodo preciso, necessita della rilevazione per alcuni mesi e ogni malessere altera la misurazione della temperatura. Nel periodo ovulatorio il muco della cervice uterina diventa più filamentoso, fluido ed elastico per facilitare l’ingresso degli spermatozoi, osservandolo si può sapere quando avviene l’ovulazione. Anche questo è un metodo poco affidabile, richiede una buona conoscenza del proprio corpo e non sempre il muco varia al momento dell’ovulazione. Esistono metodi più moderni come “Persona” in cui con stick sulle urine si misurano i livelli ormonali e quindi la fertilità del momento, ma il costo non è indifferente e costringono in ogni caso alla programmazione dei rapporti.

Perchè i contraccettivi naturali?

Questi metodi, dato l’alto rischio di insuccesso, sono accettabili da coppie con motivazioni etiche o religiose e disposte alla nascita di un bambino non programmato. Il sicuro vantaggio è che sono assolutamente innocui non essendoci assunzione di alcun farmaco e dispositivo .

Stessi articoli di categoria Gravidanza e Maternità