By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. They ensure the proper functioning of our services, analytics tools and display of relevant ads. Learn more about cookies and control them

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Come realizzare un perfetto Birdgarden nel proprio giardino

Negli utimi anni, l'hobby del birdwatching da praticare in natura, in Italia si sta diffondendo; consiste nel recarsi nelle riserve naturali e osservare i volatili da appositi capanni.

Ospitiamo gli uccellini nel nostro giardino

È possibile creare il birdgardening nella tranquillità del nostro giardino, cercando di creare un ambiente idoneo a ospitare gli uccellini, e sarebbe utile disporre di un giardino biologico, scegliendo quindi di non utilizzare prodotti chimici, potenzialmente dannosi alla salute degli uccelli. Nella bella stagione, è facile osservarli sereni e gioiosi, ma vedendoli saltellare nella neve e al freddo in cerca di qualcosa da mangiare è normale pensare che possano forse trovarsi in difficoltà. In questo caso, anche se gli uccellini normalmente sono in grado di affrontare molte avversità climatiche, sicuramente un aiuto dell'uomo può sicuramente essere importante.

Come organizzare il birdgardening nel nostro giardino.

Per quanto riguarda il cibo, solitamente gli uccelli amano le bacche.
Scegliamo quelle che fruttificano in autunno e inverno, meglio se autoctone, creando così un'oasi ecologica. Ad esempio i pettirossi amano il biancospino, il prugnolo e la rosa canina, il ligustro è molto gradito da capinere e tortore, mentre le bacche dl sambuco sono il cibo preferito dai merli. C'è chi invece preferisce cibarsi prevalentemente di insetti e larve, come ad esempio un tipo di passero detto anche l'uccello 'ballerina': nei giardini questo cibo solitamente non manca.
Inoltre, teniamo presente che l'edera, con la sua fruttificazione invernale, offre cibo agli uccellini in momenti in cui generalmente i loro pasti scarseggiano. Pensiamo ora alle mangiatoie: queste vanno possibilmente posizionate nelle zone più tranquille del giardino, meglio se visibili da una o più finestre di casa per poter effettuare il birdgardening, scattando foto o facendo riprese agli uccelli, ottenendo immagini spesso meravigliose! Esse non dovranno però essere raggiungibili dai gatti: per evitare questo, è consigliabile circondare i pali che le sostengono, con delle strutture plastiche a forma conica (con apice verso il basso), cosi i gatti non potranno arrampicarsi. Probabilmente gli uccellini non arriveranno numerosi fin dal primo giorno, ma mettendo inizialmente un po' di cibo sui tettucci delle mangiatoie a casetta oppure su qualche muretto presente nel giardino, essi incominceranno a capire di aver trovato una buona zona per cibarsi e poco a poco, diventeranno nostri frequenti ospiti. Per fare in modo di vederli spesso arrivare, dovremo mantenere per l'intera stagione invernale, le mangiatoie sempre ben fornite di 'vivande'.
È possibile inoltre dotare il nostro giardino di nidi artificiali da appendere eventualmente sotto una tettoia: gli uccellini li utilizzeranno in primavera ma si dovranno posizionare in autunno o in inverno; questo per permettere ai piccoli amici di abituarsi alla loro presenza, accettandoli come futura dimora in cui depositare le loro uova.

Stessi articoli di categoria Uccelli

Big Hunter: il portale dedicato ai cacciatori

Big Hunter: il portale dedicato ai cacciatori

Big Hunter.it è il più famoso sito internet interamente dedicato agli appassionati di caccia e del mondo della natura. Dal sito web Bighunter.it è possibile accedere al magazine online ad esso collegato Bighunter.net. Conosciamo meglio entrambi i siti.