Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Come scegliere gli apparati di illuminazione per la propria casa

Un’illuminazione ben progettata crea un’atmosfera equilibrata e accogliente, valorizza l’arredamento e contribuisce alla funzionalità della casa, migliorando qualitativamente la vita di chi vi abita. Riuscire ad arredare con la luce in maniera corretta non è però facile come può sembrare a prima vista. Occorre innanzitutto avere ben chiaro quali siano i tre tipi di illuminazione e gli apparati più adatti a ognuno di essi.

Tipi di illuminazione

- Generale: è la base del progetto di illuminazione, deve creare una luminosità diffusa, uniforme, senza ombre, ma al contempo non abbagliante. - Funzionale: ogni attività deve avere la propria illuminazione specifica; in un salotto ad esempio si dovrebbero prevedere illuminazioni diverse per leggere, guardare un film, ascoltare la musica, conversare con gli amici, ecc. (molto utili le lampade dotate di dimmer che permettono di regolare l’intensità della luce in base alle proprie esigenze). - D’atmosfera: crea la giusta atmosfera, dà vita a morbide ombre, favorisce il relax e mette in risalto alcuni oggetti o supplementi d’arredo, come quadri e soprammobili.

Gli apparati di illuminazione

- A sospensione: distribuiscono la luce in modo diffuso oppure la convogliano su un singolo elemento d’arredo, ad esempio il tavolo da pranzo. I modelli dal design ricercato ed elegante (come gli articoli della collezione 046 di Arteluce o quelli in vetro di Murano di Multiforme - Officine del Vetro) possono avere un forte valore scenico. - A parete: creano una luce diffusa e fanno risaltare i volumi; possono essere utilizzati anche per valorizzare quadri, stampe, ecc. oltre a essere a loro volta elementi decorativi, come i diffusori della serie Milo di Micron Illuminazione. - Da incasso/integrati: inseriti in controsoffitti e pareti in cartongesso, oppure su pensili, armadi, librerie, ecc. possono dare vita a giochi di luce molto scenografici. - A soffitto: servono per creare una luce diffusa, ideale per l’illuminazione generale. - A binario: installati su soffitti e pareti, sono perfetti per illuminare uniformemente l’ambiente. - Da terra/da tavolo: si prestano perfettamente a ogni tipo di utilizzo; per questo sarebbe consigliabile optare per articoli che permettano di regolare la luce in base alle proprie esigenze (ad esempio la lampada Zeta con dimmer integrato di Lumina). Tra i modelli più ricercati si può certamente ricordare la lampada Arco disegnata da Achille e Pier Giacomo Castiglioni per Flos.

Stessi articoli di categoria Illuminazione

Lampada Kartell Bourgie: scheda tecnica e prezzi

Lampada Kartell Bourgie: scheda tecnica e prezzi

Se ancora non avete scelto quale lampada posizionare sulla vostra scrivania o in un angolo del vostro salone, allora potreste dare semplicemente un'occhiata alla lampada firmata Ferruccio Laviani: la lampada Kartell Bourgie; impossibile non innamorarsene a prima vista!
Lampadari in ferro battuto, guida alla scelta

Lampadari in ferro battuto, guida alla scelta

I lampadari in ferro battuto possono spesso rivelarsi la scelta giusta per illuminare con un tocco di classe un ambiente interno. Il mercato delle luci offre una grande varietà di prodotti, tra cui è difficile non trovare la soluzione giusta per il proprio salotto.