Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Corso di Interior Design: info sull'offerta formativa in Italia

La guida nella scelta di un corso di Interior Design in Italia: comparazione dell'offerta formativa.

Design di interni: tra Accademie d'Arte e Politecnici

Scegliere la giusta scuola di interiordesign in Italia è un'impresa più semplice di quanto sembra. C'è da premettere che si tratta di scuole abbastanza dispendiose, trattandosi di un corso tecnico che ha, quindi, bisogno di materiali e personale specifico e preparato, oltre che aggiornato e magari - perché no - internazionale.
Ci sono le scuole Politecniche, tra cui quella di Milano e quella di Torino, di impronta più 'architettonica': light design, resourcing, 4d design. Anche le Accademie d'Arte si sono attrezzate con una formazione più moderna e tecnologica con corsi design, corsi grafica e corsi arredamento. L'Istituto Marangoni è invece indicato per il suo corso moda, così come l'Accademia del Lusso, che già si identifica nel nome. Se siete già in possesso di un titolo di studio di primo lilvello, ci si può anche affidare a scuole di specializzazione e altri Enti come l'Istituto Callegari di Bergamo, l'Ips che ha sedi un po' ovunque o la Laba di Firenze.

Le offerte formative a Milano e a Roma

Prendiamo, ad esempio, il PoliMi. Il corso di Interior Design prevede tre anni di studio nella sede di Milano Nord Bovisa, a un prezzo che può aggirarsi intorno ai 10.000 euro l'anno. L'offerta formativa si sviluppa intorno a lezioni basiche di laboratori del disegno, tecnologie e strutture, curve e superfici e materiali per gli interni. Si affiancano materie di integrazione come antropologia del quotidiano, economia del progetto e tecniche della creatività.
Spostandoci a Roma, la Quasar Design University offre un corso triennale che si chiama Habitat Design, incentrato su arredamento, design e giardini: i primi due anni hanno una approccio più teorico, l'ultimo si concentra su workshop e seminari.

Gli sbocchi occupazionali

Il panorama italiano del design deve sapersi confrontare con l'Eruopa e i suoi modelli. La scelta di una scuola design è da fare anche in relazione all'ambiente urbano che la ospita e al suo centro attivo: senza dubbio una città come Milano che ospita desiner internazionali è più indicata per scegliere questo indirizzo di studi. Molto importante è fare stage mirati verso la professione e, quindi, bisogna guardare le possibilità che offre ogni istituto. Meglio è specializzarsi in design d'interni piuttosto che puntare su un classico Design del prodotto.
Il mio consiglio è: mettetevi in contatto con ex studenti delle realtà che vi interessano e sfogliatevi qualche rivista del settore, come il magazine Interni. Non scordate di portarvi in vacanza anche un buon libro di preparazione ai test d'ingresso: spesso l'accesso avviene in base a un test d'ammissione!

Stessi articoli di categoria Architettura e Design

Storia del logo della Honda

Storia del logo della Honda

Un marchio che rappresenta innovazione e tecnologia dalle automobili alle motociclette. Ecco come è cambiato il logo della Honda con la crescita del gruppo Giapponese.