Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

I gigli di Nola: origine e storia della festa in onore di San Paolino

Ogni anno a Nola, da quasi 2000 anni, si celebra la festa in onore di San Paolino e con quest'articolo conosceremo le origini e la storia di una delle feste più amate dai Nolani.

I gigli di Nola: le origini

La festa dei gigli di Nola nasce da un racconto che i Nolani si tramandavano e che, dopo un secolo, Papa Carlo Magno decise di trascrivere. La leggenda di San Paolino inizia con la presa di Roma da parte dei Vandali; subito dopo anche Nola fu saccheggiata e molti dei suoi abitanti portati in Africa come prigionieri. Tra i prigionieri c'era un giovane che chiese al Vescovo di Nola Paolino dei soldi per essere riscattato, ma il Vescovo aveva già dato tutto quello che possedeva per gli altri prigionieri così offrì se stesso in cambio del giovane. Si recarono in Africa per lo scambio. Così, il ragazzo fu liberato e il Vescovo rimase a lavorare come giardiniere. Dopo molto tempo, Paolino predisse al Re che la sua fine era molto vicina e poi gli rivelò la sua identità. Così il Re decise di liberare il Vescovo e i suoi concittadini e così tornarono tutti a Nola con delle navi ricche di frumento. Fu grazie a questa liberazione che i Nolani decisero di onorare il loro Vescovo con una processione e offrirgli dei gigli. Questa celebrazione divenne per i Nolani un modo per rendere omaggio al loro Vescovo e d'allora ogni anno il 22 giugno si festeggia la festa dei gigli di Nola.

La festa dei gigli di Nola

Ogni anno, il giorno della festa dei gigli la Cattedrale e la Chiesa Nolana si riempiono di fedeli e presso la Cappella del Santo Paolino si celebrano le Sante Messe e le campane suonano a festa. La statua del Santo è collocata sul suo tempietto; è sostenuta da due colonne e circondata da ceri e fasci di fiori. A completare questo splendido scenario le nove bandiere di corporazione che i maestri di feste hanno portato il giorno prima. Nel tardo pomeriggio s’inizia con la processione del busto di San Paolino, che sfilerà per tutta la città.
Questa festa per i Nolani è un evento unico, infatti, vi partecipano in molti: dalle Autorità civili e militari alla banda musicale, fino ad arrivare ai fedeli che seguono questa festa da anni. Quando la processione è terminata, nella piazza vicino la Basilica un concerto bandistico chiude il giorno festivo. Per maggiori informazioni potete visitare il sito internet Igigli.org oppure il Videococcinella.it, un ottimo sito dove trovare delle canzoni e video su i gigli di Nola.

Stessi articoli di categoria Italia da scoprire