By continuing you agree to let us using cookies. We are using them to help make this website better. More details on cookies

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Ju jitsu: informazioni sull'arte marziale giapponese

Un articolo sull'arte marziale giapponese, Ju JItsu

Il Ju JItsu

Il Ju JItsu (o anche jujutsu) è un 'antica arte marziale giapponese. Le sue origini sono abbastanza incerte, infatti, nonostante la sua tradizione abbia secoli e secoli di storia, le prime notzia circa quest'arte, compaiono attorno al XVI secolo.
La sua filosofia di combattimento, si basa sulla legittima difesa, essendo appunto, un' arte di difesa personale, e sulla sconfitta dell'avversario, utilizzando la forza stessa del nemico, con prese e mosse molto particolari, volte al disorientamento nel praticare tecniche con morbidezza, ma all'ultimo istante, cosi da fare in modo che l'avversario non riesca a contrattaccare. Quest'arte marziale segue anche quello che è il bushido, ossia il codice di condotta comportamentale, seguito da uomini che vogliono conservare il proprio onore.
Oramai, quest'arte marziale, si è diffusa in tutto il mondo ed è praticata da molte persone, sia sul piano agonistico che su quello per principianti. Oggi, il Ju Jitsu rientra anche tra gli sport ammessi alle Olimpiadi, ed è stata creata anche una federazione internazionale per promuovere e regolare quest'arte marziale, ossia, la World Ju JItsu Federation, associazione nata a Liverpool nel 1976 da Robert Clark.
Il Ju Jitsu si divide in due tipologie di combattimento, il Fighting System e il Duo Sysitem.
Nel primo i due avversari si affrontano su un tappeto chiamato Tatami, indossando solo paratibie. In questa gara l'obiettivo è l'utilizzo delle migliori tecnicheper atterrare l'avversario e bloccarlo tramite leve e pressioni, fino a che quest'ultimo, non annunci la propria resa. La vittoria è assegnata a colui che ottiene più punti, punti che vengono assegnati da tre giudici che attentamente valutano il tipo di prese e la regolarità di queste ultime.
Il Duo System è caratterizzato, invece, da un incontro che viene effettuato da due coppie che si afforontano, simulando un attacco con pugni, calci, ed anche armi. Anche in questo caso il vincitore è la coppia che ottiene più punti, assegnati da una giuria di ben 5 giudici. La fase del combattimento si svolge in una alternanza delle due squadre nella fase di attacco e nella fase di difesa.

Il Ju JItsu in Italia

In Italia il Ju Jitsu si diffonde a partire dal secondo dopo guerra, grazie ad un marinaio della marina militare, di nome, Gino Bianchi, che insegnò con difficoltà quest'arte marziale, a causa delle ristrettezze di pensiero degli anni '50. Nonostante ciò il Ju JItsu, oggi si è diffuso in Italia in maniera molto florida, con atleti che si sono distinti nelle competizioni internazionali grazie ad un duro insegnamento.

Stessi articoli di categoria Sport da combattimento

Arti Marziali: informazioni e tecniche

Arti Marziali: informazioni e tecniche

Le arti marziali, nate e sviluppatesi nel mondo orientale, stanno assumendo grande importanza anche nell'Occidente. Il loro crescente successo, è legato soprattutto al fatto che il lato meditativo ha importanza quasi eguale a quello legato al puro combattimento.
Taiji, origini e dove praticarlo

Taiji, origini e dove praticarlo

La storia della nascita del Taiji è intrisa di mistero, c’è chi narra che un certo Zhang Sofeng, 800 anni or sono, sostenne di aver appreso questa arte marziale in sogno o chi dice che è stata introdotta da una divinità sulla terra. L’unica fonte autorevole sostiene che il Taijiquan fu inventato a Chenjiagou, nella provincia di Henan, circa 300 anni fa. Il Taijiquan è una combinazione di corpo, respirazione e volontà. Molti utilizzano questa arte marziale come una terapia per la prevenzione di malanni fisici.