Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Kimono da Karate: storia e informazioni

L’articolo fornisce informazioni sulla storia del Kimono da Karate.

L’abito da Karate

Il Karate è un’arte marziale derivata da tecniche di combattimento indigene e dal Kempo cinese e si è sviluppata a Okinawa, in Giappone. Il Karate prevede la difesa a mani nude, originariamente era praticato solo da uomini e non a fini competitivi o sportivi. Oggi il Karate è visto come disciplina sportiva o come arte marziale volta alla difesa personale. Come per tutte le arti marziali anche per il Karate c’è l’usanza di allenarsi con un abito adeguato. L’abito del karateka è il Karategi dove la desinenza “GI” sta a indicare la parola “abito”. Il Karate-gi è composto da una giacca (Uwagi), da un pantalone di cotone bianco (Zubon) e da una cintura (Obi Karate) che in base al colore indica il livello di padronanza della disciplina.
Il Karategi fu adottato per la prima volta dal maestro Funakoshi il 17 Maggio 1921, in occasione della dimostrazione al Budokan di Tokyo. Funakoshi fece di propria mano l’abito ispirandosi al Judo-gi e utilizzando una tela più leggera e morbida. Il bianco è il colore naturale del cotone e dà connotazione di umiltà e semplicità. Il Karate-gi può anche essere chiamato Keikogi.
Il termine Kimono, che significa solo “abito”, è usato erroneamente per indicare l’abito da Judo (Judo Kimono) e l’abito da Karate (Karate Kimono). Il Kimono è oggi il costume nazionale giapponese e indica un abito a forma di T specificamente lungo indossato da entrambi i sessi. Si tratta di una veste con maniche larghe fissata con un’ampia cintura (Kimono Obi) e che si presenta in vari modelli, come in Kimono Yukata uomo che si indossa nelle occasioni all’aperto.

Il Karate nella società moderna

Il Karate viene praticato nel Dojo (luogo dove si segue la via) che anticamente era un tempio e poi andò a identificare il luogo in cui si praticavano le arti marziali. In tutto il mondo sorgono oggi i Dojo Karate dove si praticano corsi di Karate.
Anche inserendo sui motori di ricerca in Internet la parola Dojo associata al nome di una città è possibile trovare immediatamente una serie di luoghi dove praticare il Karate.
Il Karate ha influenzato anche la filmografia internazionale e film di Karate come “Karate Kid” o “Il ragazzo dal Kimono d’oro” sono diventati dei veri e propri cult movie. La pratica del Karate alimenta anche il mercato relativo alla vendita dell’abbigliamento adeguato per praticarlo, costituito del Karate-gi.
Il sito Koitalia.com, ad esempio, promuove la vendita online dei suoi prodotti per arti marziali come il Kimono Ko e il Karate Ko. Di promozione Kimoni e articoli per la pratica del Karate si occupano anche Fightclubstore.com e Yarinohanzo.com.

Stessi articoli di categoria Sport da combattimento

Taiji, origini e dove praticarlo

Taiji, origini e dove praticarlo

La storia della nascita del Taiji è intrisa di mistero, c’è chi narra che un certo Zhang Sofeng, 800 anni or sono, sostenne di aver appreso questa arte marziale in sogno o chi dice che è stata introdotta da una divinità sulla terra. L’unica fonte autorevole sostiene che il Taijiquan fu inventato a Chenjiagou, nella provincia di Henan, circa 300 anni fa. Il Taijiquan è una combinazione di corpo, respirazione e volontà. Molti utilizzano questa arte marziale come una terapia per la prevenzione di malanni fisici.
Taijiquan: informazioni sulla tecnica di combattimento

Taijiquan: informazioni sulla tecnica di combattimento

Siete degli amanti degli sport e delle tecniche di combattimento? Si sa la madre patria di questo settore è decisamente la Cina, nota per il kung - fu, il tai chi, il taijiquan e molte altre tecniche di combattimento ed arti marziali. Vediamo meglio insieme il Taijiquan, una delle tecniche più interessanti e spirituali tra tutte le arti marziali.