By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. They ensure the proper functioning of our services, analytics tools and display of relevant ads. Learn more about cookies and control them

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Le stelle principali della costellazione di Orione

Una delle più importanti costellazioni che si possono vedere nel cielo durante le serate non nuvolose è quella di Orione. Le stelle di questo gruppo sono numerose e alcune sono anche piuttosto conosciute. In questo articolo trovate delle informazioni proprio sulle stelle di Orione.

Disposizione delle stelle principali nella costellazione

Orione è una costellazione che era nota anche agli antichi latini, infatti essa è ben visibile da qualsiasi punto sulla Terra, eccetto i 2 poli. Viene anche detta costellazione invernale dato che è più facile vederla in Inverno. Per riconoscere e distinguere Orione dalle altre costellazioni si deve verificare la presenza di 3 stelle allineate al centro della costellazione. Esse sono 3 stelle di piccole dimensioni denominate Mintaka, Alnitak e Alnilam. Le stelle più luminose tra quelle di Orione sono Bellatrix, Betelgeuse e Rigel. In astronomia, esse sono classificate tra le 24 stelle più luminose del cielo visibile ad occhio nudo. In ogni modo la più luminosa delle 3 è Betelgeuse. Il nome della costellazione, Orione, è quello di un personaggio della mitologia greca. Il nome fu scelto perché le stelle che la formano sembrano voler rappresentare proprio Orione. Infatti le 3 stelle più luminose insieme alla stella Saiph formano la figura. Essa viene arricchita con le 3 stelle allineate che formano la cinta. Betelgeuse forma la spalla del personaggio, e il suo nome in arabo significa appunto spalla.

Le stelle più importanti di Orione e mitologia

Betelgeuse è una stella di grandi dimensioni classificata come gigante rossa. Il suo diametro supera di 400 volte il diametro del sole, e la temperatura in superficie è di 3200 kelvin. La seconda stella più luminosa di Orione è Rigel che forma il piede della figura mitologica. Le dimensioni di questa stella sono inferiori a quelle di Betelgeuse. Infatti il suo diametro supera quello del sole solo 19 volte. Il suo colore è tra il bianco e l’azzurro, quindi è una stella molto calda. Infine c’è Bellatrix, il suo nome in latino vuol dire guerriera. Per quanto riguarda le 3 stelle allineate, tra di esse Mintaka ha un nome che vuol dire appunto cintura. Questo trio di stelle è anche detto dei 3 Re Magi. Tutte le stelle di Orione fanno parte di una grande nebulosa lontana 1500 anni luce dalla Terra. La massa di questa nebulosa supera di 10 volte quella del sole. Il personaggio rappresentato dalle stelle di Orione sarebbe un cacciatore il quale per presunzione pensava di essere in grado di uccidere qualsiasi tipo di animale. Per questo offese Diana, la dea della caccia. Alla fine quindi morì proprio a causa di un animale, dato che fu avvelenato dalla puntura di uno scorpione. Comunque ci sono diverse versioni del mito di Orione.

Stessi articoli di categoria Spazio e Astronomia

Cos'è l'oroscopo karmico

Cos'è l'oroscopo karmico

Cos'è l'oroscopo karmico? Da quale nozione prende le mosse? L'articolo offre una breve spiegazione dei nodi lunari e della configurazione concettuale dell'oroscopo.
Foto aeree: i migliori siti per guardare la Terra dall'alto

Foto aeree: i migliori siti per guardare la Terra dall'alto

Negli ultimi anni hanno trovato ampia diffusione i servizi che permettono di visualizzare online ogni angolo del globo, con un'approssimazione di poche decine di metri. Assieme al capostipite google earth, qualche altro sito permette di usufruire dello stesso servizio. Trattiamo, nel nostro articolo, tutti i portali utilizzati per le vedute aeree del globo.
Ariete: come conoscere l'oroscopo di oggi

Ariete: come conoscere l'oroscopo di oggi

L'oroscopo sta assumendo una importanza sempre più rilevante. Molti fanno finta di non crederci, ma non esitano a consultarlo, magari di nascosto. E su Internet è possibile trovare tutto quello che occorre, segno per segno.