Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Parco Nazionale del Gran Sasso, informazioni e principali attrattive

Per gli amanti del trekking, e per chi volesse farsi un week end immerso nella natura, il Parco Nazionale del Gran Sasso è la scelta giusta.

Informazioni sul parco

Il Parco Nazionale del Gran Sasso nasce nel 1991, la sua superficie misura 150.008 ettari ed è prevalentemente composta da terreni montuosi, la flora presente in questo parco è varia, e cambia secondo la zona in cui ci si trova, un esempio: ad est i boschi sono presenti solo a bassa quota e sono composti soprattutto da pino nero e querce, mentre se ci troviamo nella zona nord del parco, possiamo ammirare infiniti boschi di faggetti, che donano al territorio un’aria quasi magica. Una parola va spesa però anche per la fauna, molto ricca nella zona. La specie più interessante è il Camoscio d’Abruzzo, se ne contano 110 esemplari, reintrodotti tra il 1992 e il 1999, si è dovuto ricorrere alla reintroduzione per colpa dei “cacciatori di camozze”, che alla fine del secolo scorso ne causarono addirittura la scomparsa. Nel parco sono presenti anche tantissime specie di uccelli, rettili e anfibi.

Le principali attrattive del parco

Il Parco Nazionale del Gran Sasso è suddiviso in 11 distretti, nel cui interno è possibile ammirare le principali attrattive, qui sotto ne sono elencati alcuni:
· Tra i due Regni: prende il nome dalla zona in cui è situato, infatti, si trova a cavallo tra i territori che furono appartenuti allo Stato Pontificio e al Regno di Napoli. Al suo interno è presente un importante necropoli italica sita a Campli (cittadina del farnese)
· Cascate e Boschi: distretto formato da una molteplice varietà di alberi come il faggio, l’agrifoglio e il frassino, si può trovare anche un albero dalle importanti dimensioni, il castagno di Nardò, il primo in Itala e in Europa. La zona è attraversa da numerose sorgenti che raccogliendosi tra loro danno vita a spettacolari cascate.
· Strada Maestra: prende il nome dallo storico percorso che attraversa l’ex-statale 80, e possiede al suo interno l’unico ghiacciaio dell’Appennino, il Calderone.
· Valle Siciliana: possiede al suo interno località importanti come, l’isola del Gran Sasso, Castelli, Arsita e Tossicia.
· Grandi Abbazie: distretto famoso per la presenza di grandi abbazie come quella di, San Clemente, San Bartolomeo e Santa Maria.
· Valle del Tirino: prende il nome dal fiume più importante del parco, il Tirino, qui è stata ritrovata la famosa statua del Guerriero di Capestrano, importante ritrovamento per la cultura italica.
Per chi volesse villeggiare nella zona del parco, lo può fare grazie alla presenza di numerosi hotel come: Hotel Gran Sasso, Hotel Nido dell’Aquila, Hotel Prati di Tivo.

Stessi articoli di categoria Viaggiare

Come trascorrere le vacanze nei villaggi della Calabria

Come trascorrere le vacanze nei villaggi della Calabria

La Calabria, con i suoi 700 Km di costa, bagnata in parte dal mar tirreno e in parte dal mar ionio, offre numerose possibilità di vacanza. Una delle opzioni migliori per soggiornare in questa splendida regione è sicuramente il villaggio, che, grazie ai numerosi servizi che offre, garantisce relax, confort e divertimento. Il tutto godendo del mare limpido di questa regione.
Traghetti Civitavecchia-Olbia: informazioni e offerte

Traghetti Civitavecchia-Olbia: informazioni e offerte

Se dal Continente desiderate raggiungere la bella e struggente Sardegna, la scelta migliore è quella di prendere un traghetto che vi colleghi in modo veloce e sicuro all'isola. Ecco tutte le informazioni per i traghetti che eseguono la tratta da Civitavecchia ad Olbia.