By continuing you agree to let us using cookies. We are using them to help make this website better. More details on cookies

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Quali modifiche tuning apportare alla Fiat Stilo

Andiamo alla scoperta dei principali interventi di tuning che è possibile applicare sulla Fiat Stilo. Dai cerchi in lega allo spoiler, occorre tenere conto che spesso tali interventi non modificano solo l'aspetto esteriore della macchina, ma agiscono anche sulle sue performance su strada.

Cerchi e spoiler

Quali sono i cambiamenti che è possibile apportare alla Fiat Stilo a livello di tuning? Le opportunità a disposizione sono molte e riguardano sia l'estetica che la meccanica.
Per esempio, potremo mutare l'aspetto della vettura sostituendo i cerchi classici e posizionando dei cerchi in lega, magari della Oz. Teniamo presente, in ogni caso, che nel momento in cui applichiamo i cerchi in lega non modifichiamo solamente l'impatto visivo della vettura, ma anche le prestazioni e più in generale l'aspetto relativo alla sicurezza.
Allo stesso modo, potremo anche applicare uno spoiler sul lunotto posteriore, di dimensioni più o meno contenute, sia per modificare il design complessivo della Stilo, sia per migliorare l'aerodinamica. Occorre precisare, per altro, che esistono in commercio anche spoiler che emergono in maniera automatica solo nel momento in cui la vettura raggiunge una determinata velocità.

Angel Eyes

La Stilo è un'auto che si presta in maniera decisamente efficace al tuning. A livello di carrozzeria esterna, abbiamo la possibilità di riverniciare completamente le portiere o il cofano, oppure di lisciare il portellone posteriore. In alternativa, possiamo dedicarci al wrapping, che non è altro che la decorazione di una parte o della totalità della vettura mediante l'applicazione di adesivi vinilici, dello spessore di qualche decina di micron. Si tratta, in questo caso, di un tipo di applicazione che, oltre ad avere un effetto estetico particolare - eventualmente sfruttabile anche in prospettiva marketing - consente di preservare l'esterno della macchina dall'usura, impedendo eventuali danni procurati, per esempio, dai sassolini che rimbalzano quando percorriamo uno sterrato.
A livello di luci, poi, non è da sottovalutare l'opportunità di montare sulla FiatStilo i cosiddetti Angel Eyes, vale a dire i fari a occhio d'angelo, che di notte contribuiscono a migliorare l'effetto complessivo della vettura. Infine, si può intervenire anche all'interno, montando sedili in pelle, per dare alla vettura un tocco molto più grintoso e sportivo.

Stessi articoli di categoria Tuning

Opel Frontera: quali modifiche tuning apportare?

Opel Frontera: quali modifiche tuning apportare?

L'Opel Frontera è una vettura di matrice tedesca di grandi dimensioni, adatta più agli amanti del fuori strada che a quelli del tuning. Questa vettura è stata per oltre 10 anni a listino, fra gli anni '90 ed il 2004, è stata poi in seguito sostituita dalla Opel Antara, SUV ben più moderno e meno spartano. Questa vettura è ideale per chi ama modificare le vetture in chiave estrema e desidera una vettura che poco e nulla ha a che spartire con quella originale. Questa vettura costa davvero poco se la si vuole usata per poterla poi modificare, meno di 8 mila euro, ma è molto difficile da trovare poiché ne sono state vendute poche e chi la acquista di solito ama tenerla molti anni, visto che vi è un legame quasi affettivo fra chi guida e il suo fuoristrada.
Cerchi in lega nuovi, guida all'acquisto

Cerchi in lega nuovi, guida all'acquisto

La scelta dei cerchi in lega da adottare per la propria macchina non deve essere sottovalutata: nella valutazione devono intervenire considerazioni di carattere economico ed estetico, ma naturalmente non deve mai mancare l'elemento sicurezza.
Guida all'acquisto: Cerchi in lega Panda

Guida all'acquisto: Cerchi in lega Panda

La prima serie della Fiat Panda non aveva a disposizione cerchi in lega, ma solo cerchi in ferro abbastanza anonimi, questo era normale nei primi anni '80, soprattutto visto lo spirito della vettura prima serie: questa macchina era venduta con potenze comprese fra i 30, nei primi anni '80 ed i 55 cavalli (già molto basse anche 30 anni fa) e ad un prezzo molto basso, inferiore ai 10 milioni di lire, circa 5 mila euro. I cerchi in lega come ovvio su una macchina priva di elementi basilari come servosterzo o chiusura centralizzata, erano assolutamente superflui, ed in ogni caso non avrebbero superato i 13 pollici, la grandezza delle ruote, quindi molto piccoli e poco appariscenti. A partire dal 2003 la nuova Panda è in commercio, con in vendita anche appositi cerchi in lega, disponibili nella versione a 14 pollici, o addirittura a 15, dimensione di per se modesta ma considerevole in rapporto alla dimensione della vettura.