By continuing you agree to let us using cookies. We are using them to help make this website better. More details on cookies

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Seat Altea: quali modifiche Tuning apportare

Sulla Seat Altea, il tuning è consentito solo in alcuni ambiti. Vediamo quali sono, facendo attenzione a non toccare lo scarico completo, la centralina, il filtro a cono e i distanziali. Concentriamoci, piuttosto, sull'estetica della carrozzeria e degli interni, con rivestimenti e nuove colorazioni.

Dove intervenire

Quali sono le modifiche che è possibile apportare in maniera legale su una Seat Altea? Tra le altre cose, esiste l’opportunità di installare un filtro a pannello sportivo e mettere i vetri oscurati al posteriore, ma anche sostituire le candele normali con candele al platino e montare pneumatici alternativi, purché rispettino quando indicato sul libretto della vettura. Allo stesso modo, possiamo maggiorare l’impianto frenante, e installare le pellicole per oscurare i vetri. Ancora, spazio a pedaliere nuove e a volanti sportivi, se desiderati, mentre non è da sottovalutare la possibilità di installare luci sugli spruzzini. Attenzione allo scarico sportivo, e in ogni caso teniamo conto che il kit estetico, così come ammortizzatori sportivi e molle, deve essere omologato. Possiamo intervenire, inoltre, sulla barra duomi, su assetto e terminale di scarico. Sono illegali, viceversa, modulo aggiuntivo, centralina, distanziali, scarico completo e filtro a cono. Prima di intervenire in questi ambiti, dunque, è meglio pensarci due volte. Gli accessori della Seat Altea lasciano spazio alla creatività dei tuner più esperti.

Cosa fare

Dal punto di vista estetico, le modifiche che è possibile apportare alla vettura sono numerose, sia sulla carrozzeria che negli interni. Possiamo, per esempio, lisciare il portellone e le fiancate all'esterno, e inserire fari allo xenon. All'interno dell'abitacolo, nulla vieta di stravolgere i rivestimenti dei sedili, montandone di nuovi (magari in pelle, dando un tocco di sportività), ma anche cambiando i materiali della plancia, aggiungendo inserti in legno, radica o alluminio. Il volante, poi, può essere ricoperto in pelle, o a sua volta in alluminio. Per concludere, entriamo nel concreto e vediamo cosa bisogna fare, per esempio, per sostituire l’autoradio originale e montarne uno nuovo. Per togliere l’impianto bisogna ricorrere a un cacciavite di piccole dimensioni, che sarà usato per estrarre l’autoradio senza problemi (ma facendo attenzione a non danneggiare la plancia). Quindi mettere un nuovo impianto sarà un gioco da ragazzi.

Stessi articoli di categoria Tuning

Cerchi in lega nuovi, guida all'acquisto

Cerchi in lega nuovi, guida all'acquisto

La scelta dei cerchi in lega da adottare per la propria macchina non deve essere sottovalutata: nella valutazione devono intervenire considerazioni di carattere economico ed estetico, ma naturalmente non deve mai mancare l'elemento sicurezza.
Quali modifiche tuning apportare all'Opel Tigra

Quali modifiche tuning apportare all'Opel Tigra

La Opel Tigra si presta volentieri a molte modifiche dal punto di vista del tuning: non solo per l'aspetto estetico, ma anche a livello di meccanica. Vediamo, dunque, quali sono le operazioni che è possibile compiere per rifare il look alla macchina.
Guida all'acquisto: Cerchi in lega Panda

Guida all'acquisto: Cerchi in lega Panda

La prima serie della Fiat Panda non aveva a disposizione cerchi in lega, ma solo cerchi in ferro abbastanza anonimi, questo era normale nei primi anni '80, soprattutto visto lo spirito della vettura prima serie: questa macchina era venduta con potenze comprese fra i 30, nei primi anni '80 ed i 55 cavalli (già molto basse anche 30 anni fa) e ad un prezzo molto basso, inferiore ai 10 milioni di lire, circa 5 mila euro. I cerchi in lega come ovvio su una macchina priva di elementi basilari come servosterzo o chiusura centralizzata, erano assolutamente superflui, ed in ogni caso non avrebbero superato i 13 pollici, la grandezza delle ruote, quindi molto piccoli e poco appariscenti. A partire dal 2003 la nuova Panda è in commercio, con in vendita anche appositi cerchi in lega, disponibili nella versione a 14 pollici, o addirittura a 15, dimensione di per se modesta ma considerevole in rapporto alla dimensione della vettura.