By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. They ensure the proper functioning of our services and display relevant ads. Learn more about cookies and act

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Sicurezza nei luoghi di lavoro, leggi

In Italia il numero delle vittime in seguito agli incidenti sui luoghi di lavoro è in diminuzione, probabilmente il merito è legato alla creazione di leggi a tutela dei lavoratori, in particolare la legge 626 del 1994. La diminuzione del numero delle vittime non è sufficiente per definire il problema risolto.

Le leggi per la sicurezza sui luoghi di lavoro

La sicurezza sui luoghi di lavoro è un problema che le istituzioni hanno iniziato a prendere in considerazione alla fine degli anni 80, infatti, la legge 46/90 ha previsto la certificazione dei impianti elettrici da parte di tecnici abilitati. La vera svolta si ebbe nel 1994 con l'approvazione della legge 626/94 con cui le aziende erano obbligate a monitorare i rischi all'interno dell'azienda, a realizzare corsi di formazione per il personale ed istituire nuove figure professionali come il responsabile per la sicurezza, che solitamente coincide con il datore di lavoro, e il rappresentante dei lavoratori. Queste due figure dovevano interagire tra loro per evidenziare ed eliminare i punti critici, inoltre, questo Decreto Legge prevedeva l'utilizzo dei DPI (Dispositivi Protezione Individuale).
Con la stessa legge fu istituita la figura del medico competente con il compito di osservare costantemente lo stato di salute dei lavoratori.

Efficacia delle leggi

Questa legge è abbastanza efficace, ha il merito di aver ridotto notevolmente il numero degli incidenti sul lavoro, gli investimenti fatti dalle aziende per l'adeguamento e messa in sicurezza degli impianti, per la realizzazione dei piani di sicurezza, tutela per la salute dei lavoratori, hanno portato alla fine un ritorno economico con meno ore lavorative perse a causa di infortuni. C'è da dire che questa legge è stata ben applicata nelle grandi industrie a dispetto delle piccole aziende, il motivo è legato fondamentalmente ai rapporti tra Responsabile per la Sicurezza e Rappresentante dei Lavoratori, figure che non riescono a vivere in simbiosi nelle piccole realtà soprattutto del Sud Italia. Quella che una volta era una piaga sociale, ora è stata in parte arginata, le leggi dal 1994 ad oggi hanno subito varie modifiche per cercare di rendere ancor più sicuri gli ambienti di lavoro. Purtroppo ancora oggi si verificano incidenti, ogni volta si scopre il mancato rispetto della Legge 626/94, i controlli preventivi da parte degli organi competenti sono scarsi o vengono effettuati sono in seguito ad incidenti, anche di modesta entità, che vengono denunciati all'Inail.

Stessi articoli di categoria Sicurezza e Allarmi

Sistemi di videosorveglianza, guida all'acquisto

Sistemi di videosorveglianza, guida all'acquisto

Avere un sistema di allarme in casa propria o nella proprietà esterna come il giardino può aiutare di questi tempi a dormire sonni tranquilli. Ormai questi sistemi sono poco visibili, di design gradevole e quindi facilmente integrabili con lo stile dei propri ambienti.
Kit antifurto casa: modelli a confronto

Kit antifurto casa: modelli a confronto

Anche installare gli antifurti può diventare una facile operazione fai da te: esistono in commercio diversi kit che permettono a chi ha un minimo di conoscenze tecnologiche di installare un efficace antifurto per la propria abitazione.