By continuing you agree to let us using cookies. We are using them to help make this website better. More details on cookies

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Taijiquan: informazioni sulla tecnica di combattimento

Siete degli amanti degli sport e delle tecniche di combattimento? Si sa la madre patria di questo settore è decisamente la Cina, nota per il kung - fu, il tai chi, il taijiquan e molte altre tecniche di combattimento ed arti marziali. Vediamo meglio insieme il Taijiquan, una delle tecniche più interessanti e spirituali tra tutte le arti marziali.

Origini

Il taijiquan si potrebbe definire il figlio del kung-fu. Infatti il taijiquan ha molti contenuti e tecniche derivante proprio dal kung-fu. Questa tecnica di combattimento nacque nell’epoca dei Ming ovvero nel lontano 1400. Il taijiquan, che letteralmente significa Pugno della Suprema Polarità, non è solo una tecnica di combattimento ma è un vero e proprio stile di vita che ha le sue origini nel Taoismo. Il principio base di questo stile di vita è il non agire, ovvero lasciare che le cose seguano il loro percorso naturale. Questo non agire però non va valutato come una passività ma come un grande presa di coscienza.

Informazioni

Potremmo definire quattro punti riassuntivi della filosofia del Taijiquan, perché in fondo è di questo che si tratta, una filosofia. - Movimento - Quiete - Gioiosità - Longevità Lo taijiquan comunque racchiude in sé ben sei tipi di stili. Vediamoli insieme. - Stile Chen. Alternanza si movimenti lenti e movimenti rapidi con sequenze di salti e passo pesanti. - Stile Yang. Movimenti lenti, ampi e tranquilli - Stile Wu. Posizione alta con movimenti piccoli e molto lenti - Stile Sun. Insieme di tre arti marziali: il Wu/Hao, il Bagua ed il Xingyi - Stile Fu Wudang. Stile basato sulla tranquillità della persona. Movimenti ampi e decisi - Stile Hao. Corpo inclinato, piedi vicini e paralleli. Questi sono tutti gli stili racchiusi nel Taijiquan. Come vedete è molto basato sulla tranquillità e pace interiore della persona, un vero stile di vita. Il principio è che se dentro noi stessi siamo tranquilli, in pace e non abbiamo paura allora possiamo controllare il mondo intero. Altra grande base di questa arte di combattimento è l’essere contro la violenza. Non vedrete mai un combattente del taijiquan combattere per primo, egli combatte solo per difesa.

Stessi articoli di categoria Sport da combattimento

Wing Tsun, l'arte marziale cinese

Wing Tsun, l'arte marziale cinese

L'arte del Wing Tsun (abbreviazione di Wing Chun Kuen) è la è la prima arte marziale che considera la meccanica del corpo dell'essere umano concentrando tutta la sua attenzione allo studio delle linee di attacco e di difesa.
Taiji, origini e dove praticarlo

Taiji, origini e dove praticarlo

La storia della nascita del Taiji è intrisa di mistero, c’è chi narra che un certo Zhang Sofeng, 800 anni or sono, sostenne di aver appreso questa arte marziale in sogno o chi dice che è stata introdotta da una divinità sulla terra. L’unica fonte autorevole sostiene che il Taijiquan fu inventato a Chenjiagou, nella provincia di Henan, circa 300 anni fa. Il Taijiquan è una combinazione di corpo, respirazione e volontà. Molti utilizzano questa arte marziale come una terapia per la prevenzione di malanni fisici.
Taekwondo: informazioni e regole

Taekwondo: informazioni e regole

Il Taekwondo è una delle antiche arti marziali provenienti dal continente asiatico. Nasce in Corea poco dopo l'anno zero e si afferma sempre di più in Asia e nel resto del mondo fino a diventare, attualmente, l'arte marziale più praticata nell'intero pianeta. Scopriamo alcune caratteristiche e regole di questa suggestiva attività.