By continuing you agree to let us using cookies. We are using them to help make this website better. More details on cookies

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Talent Scout Model Agency: informazioni sull'agenzia di moda

Nell’articolato panorama delle agenzie di moda e spettacolo per bambini e ragazzi un posto di rilievo occupa l’agenzia talent scout model agency, attiva nello specifico nel campo della moda sia per bambini che per ragazzi.

La B-Talent

La B-Talent Scout ha sede a Milano, storica capitale della moda italiana, in via Pietro Moscati nei pressi di Porta Sempione, in una zona centrale e di prestigio, facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici. L’esperienza acquisita in numerosi anni di attività, il consolidato rapporto con importanti aziende e griffe di rilievo, consente di veicolare i giovani modelli e modelle non solo nello specifico campo della moda, ma altresì verso il teatro, il cinema e la televisione offrendo un ventaglio di opportunità vasto ed articolato. L’ ambiente di lavoro all’interno del quale si articola l’attività della modelagency risulta essere dinamico, cordiale, con una costante attenzione al rapporto con i giovani modelli e con i loro genitori al fine di garantire massimi livelli di professionalità e tutela per i più piccoli.

L'attività

L’agenzia opera come mediatore in grado di veicolare e organizzare l’incontro tra i giovani modelli e le Aziende-clienti (griffe, televisioni, riviste, cinema, etc.) che devono realizzare una campagna pubblicitaria, una sfilata di moda, uno spot o un redazionale. La prima fase, detta per-casting, vede quindi l’invio da parte della B- Talent delle foto e dei dati dei propri modelli/modelle in base ai requisiti e alle necessità espresse dall’azienda cliente. Successivamente il cliente seleziona, sulla base del materiale ricevuto, il soggetto o i soggetti più interessanti per la campagna pubblicitaria che intende sviluppare. Nell’ultima fase detta Shooting Day, l’agenzia ed il cliente definiscono nel concreto tempi e modi in cui si articolerà la campagna, sia essa un servizio fotografico, una ripresa video o una sfilata di moda.

Il sito web

Per un primo contatto con l’agenzia, è consigliabile visitare il sito web talentscoutagency.it, al cui interno, in maniera ordinata e razionale oltre ad una panoramica generale sui servizi offerti, è possibile consultare legallerie fotografiche con i precedenti lavori eseguiti dai modelli dell’agenzia stessa. Molto interessante poi la possibilità offerta ai genitori di inviare foto dei propri piccoli: B - talent, infatti, è alla costante ricerca di volti nuovi per i propri clienti.

Stessi articoli di categoria Lavoro e Carriera

Coordinatore in fase di esecuzione, attività e obblighi

Coordinatore in fase di esecuzione, attività e obblighi

La figura del Coordinatore in fase di esecuzione dei lavori è un importantissimo incarico professionale sviluppato nel settore della sicurezza sul lavoro e dell'impresa. In questo articolo verranno illustrati i suoi obblighi, le qualifiche che deve avere e le principali mansioni che si trova a svolgere.
Come diventare guardia giurata

Come diventare guardia giurata

Per diventare Guardia Giurata bisogna avere prima l'idoneità psico-attitudinale e non avere riportato condanne penali, poi avere l'abilitazione all'uso delle armi per ottenere il relativo porto d'armi, che si può ottenere prima frequentando un poligono di tiro, poi bisogna inoltrare la domanda in carta da bollo al Prefetto. Questa è una piccola guida per conseguire la qualifica di Guardia Giurata.
Regolamento di disciplina militare, in cosa consiste

Regolamento di disciplina militare, in cosa consiste

Il Regolamento di disciplina militare costituisce l'insieme delle norme e delle regole che governano il rapporto tra militari. Si tratta del Decreto del Presidente della Repubblica 11/07/1986 Num. 545 (pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 15 settembre, n. 214). Approvazione del regolamento di disciplina militare, ai sensi dell'art. 5, primo comma, della legge 11 luglio 1978, n. 382.