By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. They ensure the proper functioning of our services and display relevant ads. Learn more about cookies and act

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Talent Scout Model Agency: informazioni sull'agenzia di moda

Nell’articolato panorama delle agenzie di moda e spettacolo per bambini e ragazzi un posto di rilievo occupa l’agenzia talent scout model agency, attiva nello specifico nel campo della moda sia per bambini che per ragazzi.

La B-Talent

La B-Talent Scout ha sede a Milano, storica capitale della moda italiana, in via Pietro Moscati nei pressi di Porta Sempione, in una zona centrale e di prestigio, facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici. L’esperienza acquisita in numerosi anni di attività, il consolidato rapporto con importanti aziende e griffe di rilievo, consente di veicolare i giovani modelli e modelle non solo nello specifico campo della moda, ma altresì verso il teatro, il cinema e la televisione offrendo un ventaglio di opportunità vasto ed articolato. L’ ambiente di lavoro all’interno del quale si articola l’attività della modelagency risulta essere dinamico, cordiale, con una costante attenzione al rapporto con i giovani modelli e con i loro genitori al fine di garantire massimi livelli di professionalità e tutela per i più piccoli.

L'attività

L’agenzia opera come mediatore in grado di veicolare e organizzare l’incontro tra i giovani modelli e le Aziende-clienti (griffe, televisioni, riviste, cinema, etc.) che devono realizzare una campagna pubblicitaria, una sfilata di moda, uno spot o un redazionale. La prima fase, detta per-casting, vede quindi l’invio da parte della B- Talent delle foto e dei dati dei propri modelli/modelle in base ai requisiti e alle necessità espresse dall’azienda cliente. Successivamente il cliente seleziona, sulla base del materiale ricevuto, il soggetto o i soggetti più interessanti per la campagna pubblicitaria che intende sviluppare. Nell’ultima fase detta Shooting Day, l’agenzia ed il cliente definiscono nel concreto tempi e modi in cui si articolerà la campagna, sia essa un servizio fotografico, una ripresa video o una sfilata di moda.

Il sito web

Per un primo contatto con l’agenzia, è consigliabile visitare il sito web talentscoutagency.it, al cui interno, in maniera ordinata e razionale oltre ad una panoramica generale sui servizi offerti, è possibile consultare legallerie fotografiche con i precedenti lavori eseguiti dai modelli dell’agenzia stessa. Molto interessante poi la possibilità offerta ai genitori di inviare foto dei propri piccoli: B - talent, infatti, è alla costante ricerca di volti nuovi per i propri clienti.

Stessi articoli di categoria Lavoro e Carriera

Che lavoro svolge un payroll manager

Che lavoro svolge un payroll manager

Se volete diventare abili payroll manager o siete semplicemente curiosi di sapere in cosa consista questa professione, leggete questo articolo: nei prossimi paragrafi si parlerà del ruolo di questa figura professionale, dei titoli di studio richiesti per intraprendere il lavoro e di altro ancora.
Collaboratori del Dirigente Scolastico, ruolo e nomine

Collaboratori del Dirigente Scolastico, ruolo e nomine

Il Collaboratore Vicario, nella vecchia accezione di vicepreside non esiste più, oggi si parla solo di Collaboratori. La sua nomina spetta ancora al Dirigente Scolastico, coadiuvato dal Segretario Amministrativo. Malgrado ci siano dei dubbi se la sua designazione debba essere decisa dal Collegio dei docenti (come prevede l'art.7comma 2 lett. b del T.U. n. 297/94) , che indica che "il Collegio dei docenti elegge ...i docenti incaricati di collaborare con il Direttore Didattico o col Preside..."oppure, come stabilisce la successiva normativa spetti al Dirigente avendo acquisito poteri manageriali (D.Lgs. n. 59/98, ora art. 25, comma 5 D.Lgs. n. 165/02) "nello svolgimento delle proprie funzioni il dirigente può avvalersi di docenti da lui individuati, ai quali possono essere delegati specifici compiti…". Ai due collaboratori eletti possono dunque essere assegnati anche compiti specifici. I designati sono retribuibili con i fondi delle attività aggiuntive , che sono previste per la collaborazione con il Dirigente Scolastico. Il Collaboratore non è tenuto a prestare orario aggiuntivo rispetto al suo contratto di lavoro e perciò non deve superare le 30 ore. Per quanto riguarda l'esonero dalle mansioni scolastiche previsto dall'articolo 459 cc si dice che i docenti possono ottenere, da parte del Provveditore Agli Studi, l'autorizzazione all'esonero o al semiesonero dall'insegnamento secondo i criteri e le modalità indicate nei commi del suddetto articolo. A seconda del grado di scuola a cui appartiene il Collaboratore, l'esonero scatta in funzione del numero delle classi (ad esempio se il Vicario appartiene alla Scuola dell'Infanzia, può ottenerlo se il numero delle classi della Scuola dell'Infanzia arriva ad 80).