Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

The Black Mirror: recensione del videogioco

Il gioco per la piattaforma PC più avventuroso dell'ultimo decennio. "The black mirror" approda sugli schermi monitor di tutti gli appassionati al genere.

Trama

Black Mirror è il castello in cui si svolgerà il gioco. Impersonerete Samuel Gordon, giovane dalla stirpe antica e prosperosa. Questi, viene chiamato dai parenti che abitano al castello per indagare sulla morte misteriosa del nonno William Gordon. Dapprima considerata morte per suicidio, in seguito la morte del vecchio verrà identificata come l'inizio di una serie di crudi omicidi che si abbatteranno sulla famiglia Gordon, nello specifico, dal castello di Black Mirror fino a dilagare in tutte le altre provincie del New England. All'inizio del game, Samuel verrà accolto dalla nonna in lutto per il marito, la quale fornirà tutte le informazioni necessarie al nipote riguardo il tragico accaduto. La scena si svolge durante i funerali del capo famiglia e, proprio in quella circostanza, si verrà a conoscenza dei segreti di famiglia più tenebrosi e macabri di sempre. L'avventura di "The Black Mirror" comincia così.

Recensione

Uno dei migliori pregi di "The Black Mirror" è il suo incredibile assetto grafico. Completamente disegnato a mano per quanto riguarda le location, il gioco si presenterà con paesaggi e ambienti del tutto fantastici e realistici. Talvolta, il giocatore potrebbe restare fermo a guardare per buone mezz'ore. Particolare effetto che colpisce, è quello dello scrosciare incessante della pioggia che picchietta sul tetto del castello. Così come le ambientazioni, anche i personaggi sono opera del disegnatore. Durante l'avventura non ne incontreremo parecchi, ma quelle volte che capita ci si tratterrà per molto tempo a dialogare. I dialoghi tra il protagonista e i sospettati - e/o possibili vittime - saranno complessi e duri da affrontare. Gli indizi infatti, si celano anche lì. Sta al giocatore individuare il mutamento del comportamento di ciascuno di loro. La bravura dei programmatori è nota anche nella caratterizzazione di ciascun personaggio all'interno dell'avventura. Ognuno di loro è diverso dall'altro, sia per espressione facciale, che per movimenti e comportamenti. L'atmosfera del gioco è scandita anche grazie alla suadente colonna sonora. Per concludere, è d'uopo spendere una parola per gli enigmi. Questi accompagneranno Samuel per tutta la durata del gioco. Inizialmente semplici, questi andranno via via ad accrescere la loro difficoltà, anche se non in maniera eclatante. Forse è proprio questo l'unico difetto di "The Black Mirror": la troppo poca longevità del gioco. Per il resto, un videogame consigliatissimo. Peccato di non poterlo scovare anche su console next-gen come PS3 e Xbox 360.

Stessi articoli di categoria Videogiochi

Need for Speed PSP: descrizione e caratteristiche tecniche

Need for Speed PSP: descrizione e caratteristiche tecniche

Need For Speed è un famoso titolo di videogames prodotto da Eletronic Arts che ha riscosso in questi ultimi anni tantissimo successo. Il gioco è un simulatore di guida sportiva su piste cittadine e non. Inoltre il gioco è reso avvincente grazie ai numerosi obiettivi da completare per potenziare l'auto e agli inseguimenti della polizia. I titoli di Need for Speed per Play Station Portable (PSP) sono Need For Speed Underground Rivals, Need For Speed Carbon, Need for Speed ProStreet e Need For Speed Undercover.
Nintendo DS Lite pink, test prodotto

Nintendo DS Lite pink, test prodotto

La Nintendo Ds lite è un'ottima piattaforma di gioco portatile, ideale per momenti di svago. In questa recensione analizzeremo la versione Coral Pink della console
Guida sui giochi a premi presenti in rete

Guida sui giochi a premi presenti in rete

Giocare on line è un modo divertente per passare il tempo, se poi al semplice gioco si aggiunge la possibilità di vincere premi o soldi veri, la cosa si fa ancora più allettante. Ecco a voi un vademecum per giocare (e perché no vincere) comodamente seduti alla propria scrivania.