By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. They ensure the proper functioning of our services, analytics tools and display of relevant ads. Learn more about cookies and control them

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Virus dell'influenza: come agiscono e perché è difficile debellarli definitivamente

L'influenza è una malattia respiratoria acuta dovuta all'infezione causata da virus influenzali. È una malattia di tipo stagionale che si verifica durante il periodo invernale, prevalentemente tra dicembre e marzo.

I virus influezali

I virus dell'influenza fanno parte della famiglia degli orthomixovirus e si distinguono dai loro simili perché esistono di diversi tipi: A, B e C.
I tipi A e B sono responsabili della forma influenzale classica, mentre il terzo tipo, C, causa un'infezione simile al raffreddore che è in genere asintomatica.
Il virus A ha uno spettro ospiti molto ampio, infatti, è presente sia nell'uomo che nelle altre specie animali e si suddivide in ulteriori sottotipi. Il virus B invece circola esclusivamente nell'uomo e non ha sottotipi differenti.
Il terzo tipo è invece comune all'uomo, al cane e al suino e ha scarsa rilevanza clinica.
I virus influenzali hanno una caratteristica peculiare che li rende difficili da debellare in maniera definitiva: sono mutanti, ossia non rimangono inalterati nel tempo ma di anno in anno variano i loro caratteri e in questo modo diventa impossibile per il nostro organismo, anche se ha già subito l'infezione, diventare immune da nuovi attacchi in quanto gli anticorpi prodotti precedentemente si dimostrano incapaci di difenderlo.
In poche parole ciò significa che le difese che l’organismo ha messo a punto contro il virus dell’influenza che circolava un anno prima, non sono più efficaci per il virus dell’anno successivo ed è per questo motivo che la composizione del vaccino antinfluenzale deve essere aggiornata ogni anno.

Come avviene il contagio e come ci si può difendere

Il virus influenzale, che generalmente si acquisisce attraverso il contatto con persone infette, si trova sia nella saliva e nel muco delle vie respiratorie e può penetrare nell'organismo attraverso le mucose.
Il virus può essere trasmesso per via aerea e si diffonde più rapidamente negli ambienti affollati.
Il metodo più efficace per prevenire e combattere l'influenza è la vaccinazione.
Il Ministero della Salute la raccomanda alle persone di oltre di 64 anni e a tutti i soggetti a rischio di complicazioni secondarie.
Inoltre, il vaccino è fortemente raccomandato a bambini ed adolescenti e a tutti
coloro che svolgono professioni di interesse collettivo o che potrebbero trasmettere l'influenza a persone a rischio di complicazioni.
La vaccinazione invece è sconsigliata a chi è allergico alle proteine dell'uovo.
Il periodo migliore per vaccinarsi è tra ottobre e novembre.
La somministrazione avviene per via intramuscolare.

Stessi articoli di categoria Chimica e Biologia

Vitamina D: struttura chimica, fabbisogno e carenza

Vitamina D: struttura chimica, fabbisogno e carenza

La Vitamina D, a differenza di quello che suggerisce il nome, è un ormone. Meglio, la vitamina D è un gruppo di pro-ormoni denominati D1, D2, D3, D4, D5 con un importante ruolo di regolazione nei confronti di uno ione molto importante per il corpo umano, il calcio.
Microscopio a scansione elettronica, come funziona

Microscopio a scansione elettronica, come funziona

Un microscopio a scansione elettronica, indicato con la sigla SEM, consente di ingrandire il campione sottoposto ad esame di ben mille volte in più rispetto ad un comune microscopio ottico. Il microscopio elettronico SEM può avere un ingrandimento di 150.000/200.000x ed un potere di risoluzione di circa 4nm.
Descrizione dei principali muscoli del corpo umano

Descrizione dei principali muscoli del corpo umano

Il corpo umano è composto da più di 500 muscoli, che garantiscono alle ossa il movimento e la stabilità strutturale. Tra di essi si distinguono i muscoli volontari, ovvero comandabili con il libero arbitrio, e i muscoli involontari, come il nostro cuore. Diamo, ora, una rapida occhiata ai principali gruppi muscolari che compongono la nostra struttura fisica.