By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. They ensure the proper functioning of our services, analytics tools and display of relevant ads. Learn more about cookies and control them

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

La musica che gira intorno...

Comunità legata al blog dedicato alla musica italiana a cura di Marco Liberti "La musica che gira intorno..." all'indirizzo www.marcoliberti.it.

Managed by Marco Liberti

Tag associati : musica

2 blogs

695 posts

20/04/2015

Iscriviti a questa community

Articoli da scoprire :

"Inevitabile follia": La svolta italiana di Raf

"Inevitabile follia": La svolta italiana di Raf

"Inevitabile follia" rappresenta l'esordio discografico in italiano di Raf , all'anagrafe Raffaele Riefoli ed è stata pubblicata nell'album "Svegliarsi un anno fa" del 1988. Come detto, questo, fu il primo disco in italiano per l'artista pugliese che aveva esordito nel mondo musicale con l'album, in inglese, "Self Control" nel 1983. In realtà, il
"Erba di casa mia": Ranieri rievoca tempi andati e primi amori

"Erba di casa mia": Ranieri rievoca tempi andati e primi amori

"Erba di casa mia" è un grande successo di Giovanni Calone ovvero, Massimo Ranieri del 1972 e pubblicata nell'omonimo album. Scritta da Giancarlo Bigazzi , Enrico Polito e Gaetano Savio, la canzone, venne presentata dall'artista napoletano a "Canzonissima" dello stesso anno dove si classificò al primo posto vincendo il duello con l'amico e rivale
"Ci vorrebbe un amico": Venditti lo cerca per dimenticare un amore finito

"Ci vorrebbe un amico": Venditti lo cerca per dimenticare un amore finito

"Ci vorrebbe un amico" è uno dei brani più noti della discografia di Antonello Venditti ed è stato pubblicato nel 1984 nell'album "Cuore" e, come singolo, in un 45 giri insieme a "Notte prima degli esami" per poi essere inserito in ben sei raccolte uscite dal 1985 al 2009. Il singolo ebbe un enorme successo confermando l'amore del pubblico itali
"Mille giorni di te e di me": La svolta artistica di Claudio Baglioni

"Mille giorni di te e di me": La svolta artistica di Claudio Baglioni

"Mille giorni di te e di me" è uno dei brani più noti di Claudio Baglioni e pubblicato in un album svolta del cantautore romano intitolato "Oltre" del 1990. Con questo disco, Baglioni, conclude la prima fase della carriera ed abbandona il suo stile iniziale fatto di testi tendenzialmente semplici e di melodie comuni. Infatti, suscitando un certo
"Firenze Santa Maria Novella": Pupo la dedica alla sua città

"Firenze Santa Maria Novella": Pupo la dedica alla sua città

"Firenze Santa Maria Novella" è un brano di Pupo , Enzo Ghinazzi all'anagrafe, inciso nell'album "Più di prima" del 1980 e scritto in collaborazione con Paolo Barabani. Inoltre il brano venne pubblicato anche in un 45 giri insieme a "Cosa farai" . Questo album, terzo lavoro discografico dell'artista, arriva dopo un primo approccio con il successo
"Pensiero": I Pooh cantano il desiderio di un detenuto

"Pensiero": I Pooh cantano il desiderio di un detenuto

"Pensiero" è uno dei brani classici dello storico gruppo dei Pooh fondato negli anni '60. Il brano, scritto per il testo da Valerio Negrini e per la musica da Camillo Ferdinando "Roby" Facchinetti, è stato pubblicato nel 1971 prima in un 45 giri insieme a "A un minuto dall'amore" e poi nell'album "Opera prima" che, in realtà, sarebbe il quarto d
"Da Napoli a New York": Baldi tra mafia ed emigranti

"Da Napoli a New York": Baldi tra mafia ed emigranti

"Da Napoli e New York" è un brano pubblicato da Aleandro Baldi , Civai all'anagrafe, nel 1992 all'interno dell'album "Il sole". Scritta dallo stesso Baldi in collaborazione con il produttore dello stesso disco e di gran parte dei lavori dell'artista toscano Giancarlo Bigazzi ed arrangiata da Marco Falangiani, il brano, inizia parlando del nonno de
"Messico e nuvole": Paolo Conte la scrive per Enzo Jannacci

"Messico e nuvole": Paolo Conte la scrive per Enzo Jannacci

"Messico e nuvole" è un brano del 1970 ed è stata scritto per la musica da Paolo Conte con la collaborazione di Michele Virano mentre il testo è di Vito Pallavicini. A lanciarla nel mondo discografico è Enzo Jannacci nell'album "La mia gente" proprio del 1970 con il titolo "Mexico e nuvole". Nel 1988, invece, sarà lo stesso Conte ad inciderla
"Vorrei incontrarti fra cent'anni": La perla di Ron

"Vorrei incontrarti fra cent'anni": La perla di Ron

E' il 1996 quando Ron , Rosalino Cellamare all'anagrafe, si presenta la 46° Festival di Sanremo con "Vorrei incontrarti fra cent'anni". Ad accompagnarlo sul palco è Tiziana Tosca Donati, ovvero, Tosca che sostituisce dal progetto iniziale Ivana Spagna che si era presentata in gara con un altro brano dal titolo "E io penso a te" giunto poi quarto.
"Alta marea": Venditti fa di una cover un grande successo

"Alta marea": Venditti fa di una cover un grande successo

Siamo nel 1991 quando il cantautore romano Antonello Venditti pubblica "Alta marea" nell'album "Benvenuti in Paradiso". Il successo è straripante e l'album è ancora oggi quello che conta più copie vendute nell'intera discografia di Venditti: sono, infatti, 1.500 mila. Uno dei brani che trascina l'album è, appunto, "Alta marea" che, in realtà,
"Trenta lire": Ricordi di vita per Federico Salvatore

"Trenta lire": Ricordi di vita per Federico Salvatore

"Trenta lire" è un brano del cantautore napoletano Federico Salvatore contenuto nell'album "L'azz 'e bastone" del 2000. All'epoca dei fatti Salvatore era ancora nel limbo tra le due fasi della sua storia musicale e cioè quello che lo ha visto figura ironica della canzone demenziale ed ospite fisso al "Maurizio Costanzo Show" e quella artisticamen
"Mary": I Gemelli DiVersi cantano gli abusi sessuali di un padre-orco

"Mary": I Gemelli DiVersi cantano gli abusi sessuali di un padre-orco

"Mary" è un brano dei Gemelli DiVersi del 2003 e contenuto nell'album "Fuego". Il gruppo formatosi a Milano nel 1998 vede come componenti il dj Alessandro Merli, noto come THG, il cantante Francesco Strangers, Strano per i fans, ed i rapper Emanuele Busnaghi, detto Thema e Luca Aleotti, noto come Grido e fratello di Alessandro Aleotti, ovvero J-Ax
"Il sognatore": Peppino Di Capri dichiara la sua natura

"Il sognatore": Peppino Di Capri dichiara la sua natura

E' il 1987 quando Peppino Di Capri , nome d'arte di Giuseppe Faiella, si presenta al 37° Festival di Sanremo con "Il sognatore", un brano che entrerà presto fra i suoi maggiori successi. Scritto da Salvatore "Toto" Cutugno , Salvatore De Pasquale, meglio noto come Depsa, Giuseppe Torrebruno oltre allo stesso Di Capri, il brano si piazza solo quin
"Cosa resterà degli anni '80": Raf descrive l'intensità di quel decennio

"Cosa resterà degli anni '80": Raf descrive l'intensità di quel decennio

"Cosa resterà degli anni '80" è un brano portato al successo da Raf , nome d'arte di Raffaele Riefoli nel 1989 ed inserito nell'album "Cosa resterà..." dello stesso anno. Proprio alla fine di questo decennio particolarmente intenso l'artista pugliese scrive questo brano insieme a Giancarlo Bigazzi e Giuseppe Dati regalando una fotografia di queg
"Ti ricordo ancora": Concato parla di un amico speciale

"Ti ricordo ancora": Concato parla di un amico speciale

"Ti ricordo ancora" è un brano del 1984 scritto e cantato da Fabio Concato , Piccaluga all'anagrafe, e pubblicato nell'album "Fabio Concato" dello stesso anno. Sicuramente tra le canzoni più note ed amate del cantautore milanese, "Ti ricordo ancora", parla di un'amicizia particolare che ha aperto un dibattito tra gli appassionati di musica mai de
"Passerà": Baldi indica la musica come cura per l'anima

"Passerà": Baldi indica la musica come cura per l'anima

E' il 1994 quando Aleandro Baldi , all'anagrafe Civai, si presenta al 44° Festival di Sanremo con "Passerà". Il brano è scritto dallo stesso artista toscano in collaborazione con Giancarlo Bigazzi per ciò che riguarda il testo e con Marco Falangiani per ciò che concerne la musica. Questa è la prima partecipazione al Festival tra i Big per Ale
"Odio e lacreme": D'Angelo si sofferma sulle assurdità delle guerre

"Odio e lacreme": D'Angelo si sofferma sulle assurdità delle guerre

"Odio e lacreme" è un brano scritto e cantato da Nino D'Angelo nel 2006 e pubblicato nell'album "Il ragù con la guerra" dello stesso anno. Il disco vede D'Angelo proseguire sul filone di musica impegnata e sociale rivestita da sonorità etniche che ha contraddistinto la seconda fase, la migliore dal punto di vista qualitativo, della sua lunga car
"Banana Republic": Lo storico tour di Dalla e De Gregori

"Banana Republic": Lo storico tour di Dalla e De Gregori

E' il 1979 quando Francesco De Gregori e Lucio Dalla decidono di unire i propri repertori per creare un evento che avrebbe segnato la storia della musica italiana ovvero "Banana Republic". Un tour diventanto presto simbolo della nuova concezione di fare e proporre la musica italiana dal vivo. I due, infatti, furono i primi a portare la musica canta
"Il bandito e il campione": De Gregori canta la leggenda dell'amico tradito

"Il bandito e il campione": De Gregori canta la leggenda dell'amico tradito

Nel 1993 Francesco De Gregori pubblica "Il bandito e il campione" un album live lanciato dall'omonimo singolo. Il brano scritto dal fratello dell'artista Luigi Grechi , ovviamente De Gregori all'anagrafe, doveva essere un favore del fratello famoso per agevolare la carriera di quello meno noto invece, il brano, divenne un ulteriore lancio per la st
"Donna": Gragnaniello la scrive per Mia Martini

"Donna": Gragnaniello la scrive per Mia Martini

"Donna" è un brano scritto da Enzo Gragnaniello per Mia Martini e pubblicato nel 1989 nell'album "Martini Mia". Questo album, che comprende anche "Almeno tu nell'universo" , arriva dopo diversi anni di inattività della cantante calabrese e proprio per tale motivo, Mimì, declinò inizialmente la proposta di Gragnaniello in merito ad una collabora
Sondaggi: La sfida dei 100

Sondaggi: La sfida dei 100

Da una lista di 100 artisti, tra i più significativi della storia della musica italiana, lanceremo, tramite sondaggi mensili, delle sfide, per decretare l'artista italiano più influente della nostra musica. Ovviamente, il tutto, va preso per quello che è: un gioco. Non è sempre possibile, infatti, comparare artisti di grande valore che per dive
"Perdere l'amore": La perla di Massimo Ranieri

"Perdere l'amore": La perla di Massimo Ranieri

E' il 1988 quando Massimo Ranieri , Giovanni Calone all'anagrafe, dopo circa dieci anni dedicati prevalentemente al teatro, decide di rimettersi in pista come cantante. Si presenta al 38° Festival di Sanremo con "Perdere l'amore" un brano scritto da Marcello Marrocchi e Giampiero Artegiani e il successo fu clamoroso. Il brano ottenne un plebiscito
"Silvia lo sai": Carboni canta un amore spezzato dalla droga

"Silvia lo sai": Carboni canta un amore spezzato dalla droga

"Silvia lo sai" è un brano di Luca Carboni del 1987 ed inserito nell'album "Luca Carboni", terzo lavoro discografico del cantautore bolognese. La canzone, insieme a "Farfallina", consetirà all'artista di ottenere un successo che lo porterà ad affermarsi definitivamente tra i grandi della musica italiana alla fine degli anni '80 e gli inizi dei '
"Lontano dai tuoi angeli": Masini la dedica alla madre defunta

"Lontano dai tuoi angeli": Masini la dedica alla madre defunta

"Lontano dai tuoi angeli" è un brano di Marco Masini del 2009 ed inserito nell'album "L'Italia... e altre storie". Il brano, scritto insieme ad uno dei suoi fedelissimi parolieri come Giuseppe Dati, rappresenta il pensiero di un figlio che ha perso la figura della madre e ripercorre i giorni felici trascorsi insieme e gli insegnamenti che ha ricev
"Ti regalerò una rosa": Cristicchi tratta le malattie mentali

"Ti regalerò una rosa": Cristicchi tratta le malattie mentali

"Ti regalerò una rosa" è un brano scritto e cantato da Simone Cristicchi nel 2007 ed inserito nell'album "Dall'altra parte del cancello". L'album è accompagnato da un documentario realizzato in diversi istituti di igiene mentale d'Italia che Cristicchi ha girato per dar vita a questo progetto atto a sensibilizzare la collettività sulla dura rea
"Mio fratello": Antonacci tratta il perdono tra due fratelli distanti

"Mio fratello": Antonacci tratta il perdono tra due fratelli distanti

"Mio fratello" è il terzo singolo lanciato da Biagio Antonacci del suo ultimo album "Dediche e manie" del 2017. In questo testo, che trova il cantautore particolarmente ispirato, si tratta il tema del rapporto, non sempre facile, tra fratelli. In particolare, si parla di due fratelli poco uniti che tendono ad allontanarsi alimentando dissapori leg
"Luce (tramonti a nord est): Il "debutto italiano" di Elisa

"Luce (tramonti a nord est): Il "debutto italiano" di Elisa

"Luce (tramonti a nord est)" è il primo grande successo in italiano di Elisa Toffoli, in arte Elisa . La cantautrice triestina, infatti, prima dell'esposione in quanto a popolarità dovuta a questa canzone, scriveva e cantava solo in lingua inglese. Per la verità, anche "Luce" venne inizialmente scritta in inglese col titolo "Come speak to me" ov
"Rimmel" e l'assurdo processo al "Palalido" per De Gregori

"Rimmel" e l'assurdo processo al "Palalido" per De Gregori

"Rimmel" è un album fondamentale della discografia di Francesco De Gregori ed è stato inciso nel 1975. Esso contiene alcuni capolavori che hanno segnato la carriera del cantautore romano e che ancora oggi sono tra i suoi brani più noti ed amati come "Buonanotte fiorellino", "Pezzi di vetro", "Pablo" e quella che da il nome al disco "Rimmel". "Ri
"Perchè lo fai": Masini sensibilizza i giovani sull'uso delle droghe

"Perchè lo fai": Masini sensibilizza i giovani sull'uso delle droghe

"Perchè lo fai" è un brano con il quale Marco Masini si presenta al Festival di Sanremo del 1991 tra i "Campioni" dopo aver vinto l'anno precedente tra le "Nuove Proposte" con "Disperato" . Sull'onda di quel successo Masini bissa piazzandosi al terzo posto dietro solo a due mostri sacri della musica italiana quali Renato Zero con "Spalle al muro"
"Bella senz'anima": Un successo firmato Riccardo Cocciante

"Bella senz'anima": Un successo firmato Riccardo Cocciante

"Bella senz'anima" è uno dei brani più noti di Riccardo Cocciante ed è stato anche il primo grande successo del cantautore nato a Saigon, in Vietnam da padre italiano e madre francese, porta infatti Vincent come secondo nome. Trasferitosi a Roma, dopo gli studi, inizia ad esibirsi nei locali della capitale con il gruppo de I Nations incidendo il
"Tutto il resto è noia": La filosofia di vita del Califfo

"Tutto il resto è noia": La filosofia di vita del Califfo

"Tutto il resto è noia" è sicuramente la canzone più nota e marchio di fabbrica di Franco Califano che con questi versi spiega il suo modo di vedere i rapporti d'amore e, in generale, la propria filosofia di vita. Scritta dallo stesso cantautore nato a Tripoli e composta su musica di Frank Del Giudice, il brano, è stato pubblicato nell'omonimo
"La panchina": Ricordi da terza età per Peppino Di Capri

"La panchina": Ricordi da terza età per Peppino Di Capri

E' il 2005 quando Peppino Di Capri , Giuseppe Faiella all'anagrafe, si presenta al 55° Festival di Sanremo con "La panchina", tenero brano rivolto agli anziani ed alla loro solitudine fatta di ricordi del passato. Il brano è scritto a sei mani, infatti, con lo stesso artista partenopeo collaborano Depsa, nome d'arte di Salvatore De Pasquale e Cri
"Cirano": Guccini contro dogmi, ingustizie e materialismo

"Cirano": Guccini contro dogmi, ingustizie e materialismo

"Cirano" è un brano del 1996 di Francesco Guccini ed è stato pubblicato nell'album "D'amore di morte e di altre sciocchezze". L'idea della canzone parte dal paroliere Giuseppe Dati che è l'autore principale del testo anche se Guccini dichiarerà di aver pesantemente modificato lo stesso. A chiudere la squadra degli autori di questo brano c'è an
"Le persone inutili": Vallesi la dedica alla gente comune

"Le persone inutili": Vallesi la dedica alla gente comune

"Le persone inutili" è il brano che ha lanciato Paolo Vallesi nella discografia italiana. Pubblicato nell'album d'esordio "Paolo Vallesi" il brano viene presentato nel 1991 al 41° Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte dove vince e si impone come nuovo esponente della musica italiana di qualità. Come tutte le canzoni dell'album anche
"Alla fiera dell'est": La celebre filastrocca di Angelo Branduardi

"Alla fiera dell'est": La celebre filastrocca di Angelo Branduardi

"Alla fiera dell'est" è uno dei brani più noti di Angelo Branduardi , cantautore e violinista milanese. La canzone pubblicata nell'omonimo album del 1976 è stata scritta dallo stesso interprete per ciò che riguarda la musica mentre il testo è ad opera della moglie dell'artista Luisa Zappa, consueta collaboratrice del repertorio di Branduardi.
"Meraviglioso": Modugno canta la bellezza della vita

"Meraviglioso": Modugno canta la bellezza della vita

"Meraviglioso" è un brano del 1968 e portato al successo da Domenico Modugno . Scritto per il testo da Riccardo Pazzaglia, il brano, come succede spesso, non venne capito sin da subito essendo addirittura scartato dalla commissione esaminatrice del Festival di Sanremo di quell'anno. Di quella guria faceva parte anche Renzo Arbore che ha ammesso di
"Resta quel che resta": L'inedito postumo di Pino Daniele da brividi

"Resta quel che resta": L'inedito postumo di Pino Daniele da brividi

"Quando qualcuno se ne va, resta l'amore intorno, i baci non hanno più, quel sapore eterno" : inizia così, come una sorta di testamento, "Resta quel che resta" , l'inedito postumo di Pino Daniele lanciato il 14 maggio, in contemporanea, da diverse radio nazionali. A circa tre anni e mezzo dalla morte, questo brano mai inciso, è stato tirato fuor
"Non amarmi": Baldi e Alotta cantano un amore "diverso"

"Non amarmi": Baldi e Alotta cantano un amore "diverso"

"Non amarmi" è un brano eseguito al Festival di Sanremo del 1992 da Aleandro Baldi , Civai all'anagrafe, e Francesca Alotta . Scritta dallo stesso cantautore toscano con la collaborazione di Giancarlo Bigazzi e Marco Falagiani, la canzone, presenta tratti marcatamente autobiografici. Si parla, infatti, di un amore difficile in cui uno dei protagon
Talenti Emergenti: Rino Gaetano rivive in "Ti voglio" con Artù

Talenti Emergenti: Rino Gaetano rivive in "Ti voglio" con Artù

"Ti voglio" è il nuovo singolo lanciato da Artù, all'anagrafe Alessio Dari, giovane cantautore romano di grandi prospettive di cui già abbiamo avuto modo di parlare in tempi non sospetti. Ebbi personalmente la fortuna di ascoltarlo dal vivo svariati anni fa ed era chiara la forza di un progetto artistico nato per volontà del produttore Alberto
"Cinque giorni": Zarrillo non si rassegna alla fine di un amore

"Cinque giorni": Zarrillo non si rassegna alla fine di un amore

"Cinque giorni" è uno dei classici della disografia di Michele Zarrillo ed è stato inciso nel 1994 nell'album "Come uomo tra gli uomini". Scritta a quattro mani con Vincenzo Incenzo, il brano, venne presentato al 44° Festival di Sanremo dello stesso anno e si classificò quinto. "Cinque giorni", però, ebbe subito un ottimo riscontro da parte de
"Caro babbo": Struggente capolavoro firmato Masini

"Caro babbo": Struggente capolavoro firmato Masini

"Caro babbo" è uno dei capolavori assoluti della discografia di Marco Masini . Pubblicata nel 1990 all'interno dell'album d'esordio del cantautore toscano "Marco Masini", la canzone, è una delle più autobiografiche del suo repertorio poichè ispirata da una vera lettera di Marco mai realmente consegnata al padre che ne ha scoperto l'esistenza ed
"Sally": Un capolavoro firmato Vasco Rossi

"Sally": Un capolavoro firmato Vasco Rossi

"Sally" è un brano di Vasco Rossi del 1996 e pubblicato nell'album "Nessun pericolo... per te". Scritta dallo stesso Vasco, "Sally", è una delle canzoni più intense e profonde proposte dal rocker di Zocca. Per ciò che riguarda l'interpretazione del testo esistono due scuole di pensiero nate proprio da dichiarazioni dello stesso autore. La canzo
"Scrivimi": La perla di Nino Buonocore

"Scrivimi": La perla di Nino Buonocore

E' il 1990 quando Nino Buonocore , Adelmo all'anagrafe, scrive il suo brano più noto e cioè "Scrivimi". Pubblicato sia come singolo che all'interno dell'album "Sabato, domenica e lunedì", il brano, ottiene un successo straordinario classificandosi terzo al Festivalbar e secondo al Cantagiro oltre a vendere 200 mila copie ed a restare per mesi ne
"Margherita": La "pazzia" di Riccardo Cocciante

"Margherita": La "pazzia" di Riccardo Cocciante

"Margherita" è un brano di Riccardo Cocciante del 1976 e pubblicato nell'album "Concerto per Margherita". Scritta a quattro mani con Marco Luberti, questo brano, rappresenta un classico della disografia dell'artista vietnamita di nascita ed è sicuramente tra i brani d'amore più belli di sempre per ciò che riguarda la musica italiana. "Concerto
"Sogna ragazzo sogna": La lezione di vita del prof Vecchioni

"Sogna ragazzo sogna": La lezione di vita del prof Vecchioni

"Sogna ragazzo sogna" è un brano scritto da Roberto Vecchioni nel 1999 e pubblicato nell'omonimo album. Chiamare brano questo testo, però, è riduttivo poichè si tratta di una vera e propria lezione di vita in pieno stile della seconda professione del cantautore e cioè quella di docente. Un appello ai giovani a non arrendersi alle difficoltà c
"Tu si 'a vita mia": Nino D'Angelo e un capolavoro lasciato a metà

"Tu si 'a vita mia": Nino D'Angelo e un capolavoro lasciato a metà

"Tu si 'a vita mia" è uno degli inediti del cofanetto "Nino D'Angelo 6.0" ed è sicuramente da inserire tra le perle della recente discografia dell'artista napoletano. Il brano, arrangiato da Nuccio Tortora, però lascia un po' l'amaro in bocca per la durata del testo. Data la bellezza e la profondità del testo, quando lo stesso termina ed arriva
"Un giudice": Morgan canta De Andrè

"Un giudice": Morgan canta De Andrè

Nel 2005 Dori Ghezzi, vedova di Fabrizio De Andrè , chiede a Marco Castoldi, in arte Morgan , di reinterpretare a suo modo l'intero album di Faber "Non al denaro non all'amore nè al cielo" del 1971. La Ghezzi era alla ricerca di un'artista capace per poter ridare nuova luce ad uno degli album più belli della discografia del cantutore genovese e,
"Le ragazze": I "Neri per Caso" zittiscono l'orchestra di Sanremo

"Le ragazze": I "Neri per Caso" zittiscono l'orchestra di Sanremo

E' il 1995, quando i "Neri per Caso" , un gruppo composto da sei ragazzi del salernitano, si presentano al 45° Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte con il brano "Le ragazze". A vederli, potrebbero sembrare una boy band come tante ma quando iniziano a cantare si capisce subito la particolarità che li ha portati prima al successo. I "
"La forza della vita": La perla di Paolo Vallesi

"La forza della vita": La perla di Paolo Vallesi

"La forza della vita" è un brano di Paolo Vallesi del 1992. Inclusa nell'omonimo album, la canzone, è stata scritta in collaborazione con il paroliere Beppe Dati e presentata al 42° Festival di Sanremo . Alla kermesse musicale il brano si piazza terzo dietro a Mia Martini con "Gli uomini non cambiano" ed a Luca Barbarossa che vince con "Portami
"1950": Minghi canta l'amore nel dopoguerra

"1950": Minghi canta l'amore nel dopoguerra

E' il 1983 quando Amedeo Minghi porta al 33° Festival di Sanremo "1950" brano scritto dallo stesso artista romano per quanto riguarda la musica e da Gaio Chiocchio per il testo. La canzone, che da anche il titolo all'album pubblicato nello stesso anno, non riscuote fin da subito il successo che meriterebbe non classificandosi nemmeno per la finale
"Non insegnate ai bambini": Il monito agli adulti di Giorgio Gaber

"Non insegnate ai bambini": Il monito agli adulti di Giorgio Gaber

"Non insegnate ai bambini" è una canzone di Giorgio Gaber , Gaberscik all'anagrafe, ed una delle perle più luccicanti contenute nell'album postumo del cantautore milanese "Io non mi sento italiano" del 2003. Il disco, infatti, uscì ventritre giorni dopo la sua morte ed il suddetto brano fu scelto per fare da accompagnamento musicale ai suoi fune
"Le scarpe": Federico Salvatore ripercorre il cammino della vita

"Le scarpe": Federico Salvatore ripercorre il cammino della vita

"Le scarpe" è un brano scritto e cantato da Federico Salvatore nel 2002 ed è inserito nell'album "L'osceno del villaggio". In questo testo, il cantautore napoletano, usa il viatico delle scarpe per esaminare i diversi tratti della vita di un uomo e delle sue esperienze fisiche e morali. Pur non essendo tra i brani più noti di Salvatore, "Le scar
"Anna verrà": Daniele la dedica alla Magnani

"Anna verrà": Daniele la dedica alla Magnani

"Anna verrà" è un brano scritto da Pino Daniele e pubblicato nell'album "Mascalzone latino" del 1989. Il cantautore, con questo brano, intende ricordare la figura dell'attirice romana Anna Magnani scomparsa nel 1973. Il riferimento alla Magnani viene fatto attraverso un messaggio di speranza per il futuro del mondo che Daniele lancia in merito al
"Io non mi sento italiano": L'ultima perla di Giorgio Gaber

"Io non mi sento italiano": L'ultima perla di Giorgio Gaber

"Io non mi sento italiano" è un brano inserito nell'omonimo ultimo album di Giorgio Gaber , Gaberscik all'anagrafe, uscito circa venti giorni dopo la sua morte avvenuta il 1° gennaio 2003. Il disco, scritto a quattro mani con Sandro Luporini, appare quindi come un testamento artistico del "Signor G" ed è, sicuramente, tra i lavori più rappresen
"Uomini soli": L'emarginazione vista dai Pooh

"Uomini soli": L'emarginazione vista dai Pooh

E' il 1990 quando i Pooh decidono di partecipare per la prima, e finora unica, volta al 40° Festival di Sanremo . La motivazione di questa scelta è ovvia: hanno in mano un pezzo storico, una perla che non può avere palcoscenico migliore che l'Ariston per essere presentata al pubblico. La canzone in questione è "Uomini soli" scritta a quattro ma