Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Pablo

Pablo

Pablo, attento osservatore dell'anima. Cerco di cogliere l'essenza delle persone con cui mi relaziono e se questa mi piace, l'empatia che ne nasce, diventa il mio nutrimento.
Tag associati : diario personale, poesie

Blog

Blog di Pablo

Blog di Pablo

La storia di ogni vita, di ogni filo d'erba, di ogni atomo di materia e non materia, è un cammino. Lunghissimo o istantaneo, enorme o microscopico. Un cammino su un percorso incerto e mai uguale a se stesso, un cammino di attesa a volte, o di speranza, o semplicemente di casualità - ma un cammino che vale la pena percorrere fino in fondo, sempre. Un cammino che forma il tempo, e si dipana con esso, anzi è esso stesso tempo.
Pablo Pablo
Articoli : 94
Dal : 03/12/2010
Categoria : Lifestyle

Articoli da scoprire

La Rosa NERA

La Rosa NERA

La Rosa nera, dal sudore grondante dei suoi foschi petali si erge maestosa su inutile solitaria assenza. Non accompagna virtù, ne colma i cuori. Sola osserva dal suo caduco stelo, le miserie degli uni, la pochezza dei molti. Eppur bella e densa di un remoto mistero, ella attrae e di lei il ricordo solidifica dentro, fino a far male dalle radici al

Sotto le macerie

La terra si spacca sotto di noi, il suo urlo grave, squassa l'anima, frantuma il cuore, cancella i sogni. Smarriti, scopriamo la nostra fragilità e sottovoce, preghiamo per esistere un giorno ancora.
COME UN TORRENTE

COME UN TORRENTE

Rivoli infiniti da ogni dove, gonfiano il torrente nella sua discesa. Fasci d’acqua si incontrano nel fluire impetuoso della corrente, corrono mischiandosi, spezzandosi a volte su massi affioranti, per poi riunirsi più in basso in un nuovo abbraccio, mutando incessanti la forma. Curve improvvise li spingono a riva, e di rimbalzo a monte, e poi s

Le fiere

Come fiere assetate, dilaniate il mio cuore, che ebbro scarta di lato cadendo, e solo, ramingo rintana in umido antro, aspettando che cessi, quest’onda marina incapace di ozio, vaneggiante nel vasto spazio, in tremendo demolente mormorio, e lo sconquasso lo attanaglia, mentre da lui suggete la linfa togliendogli vita.

Le nuvole 1

Una nuvola ha oscurato il mio cielo, rendendomi cieco. Il rumore assordante del nulla, ha riempito il mio tempo, rendendomi sordo. Vacillante, vagando incerto. Cercando, non trovando. Perdendo il senno, in un incessante inutile sbaglio. Il nulla... Il nulla in cambio del tutto, ho barattato; barattando il mio cuore, per una grigia nuvola di fumo sv

CRISALIDI

Intorno a noi nel mondo la vita geme, di molti. Interminabili secondi di pianto ebbri sonoil diaframma tra la speranza e la resa. Mentre altrove, una donna crea il futurotessendo la seta di soffici panni, perraccogliere il pianto di nascenti creature. Intorno a noi tutto ciò dilaga e prosegue in unfluire senza fine, ma dentro noi universi diamore

Vagando nella nebbia

Ancora una volta, solo nella nebbia,avanzo arrancando. Incespicando a volte.Di scelte fatte è pieno il mio sacco,desideri infranti, pezzi di ricordi, sensi di ogni tipo;di colpa, di possesso, di perdite immani, di rimpianto,poche volte di gioia, ne affollano lo spazio.E' pesante il sacco da portare, camminando su ginocchia erosein graffiante suolo
Il Libro

Il Libro

Io sono il libro, tu il lettore.Il mio mondo è uno scaffale.Il tuo mondo, il mondo. Io posso solo donarti le mie parole, la punteggiatura, lo stile ma attraverso le mie righe, posso portarti ovunque nellospazio e nel tempo. E tu tenendomi tra le mani,sfogliando le mie pagine,sognando in esse, Puoi donarmi la vita e una ragion d’essere

SOTTO LA NERA LUCE

Illuminato da oscura luce. Luce che rende ciechi all’esterno ma illumina le profondità dell’animo e mostra i suoi misteri. Solo. pensante, ramingo - affamato - sazio - affamato. Non più. Luce fioca, penombra che mostra, ma non rivela e non spaventa i pensieri liberi di vagare per la stanza, pensieri che assopiscono - a volte. Come, a volte, l

ASSENZA

Il silenzio è spesso più eloquente delle parole, ma a differenza di queste, lascia spazio al dubbio. Il vuoto è l’invito al pieno, perché ha tutto lo spazio del mondo Ma il vuoto non riempito, ha spazio solo per l’assenza.