Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

M.M

M.M

Blog

 altrove.over-blog.it

altrove.over-blog.it

Andai nei boschi perché volevo vivere con saggezza e profondità e succhiare tutto il midollo della vita, sbaragliare tutto ciò che non era vita ! E non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto.
M.M M.M
Articoli : 18
Dal : 16/11/2010
Categoria : Lifestyle

Articoli da scoprire

Oh me, oh vita !

Oh me, oh vita !

Oh me, oh vita ! Domande come queste mi perseguitano, infiniti cortei d’infedeli, città gremite di stolti, che vi è di nuovo in tutto questo, oh me, oh vita ! Risposta Che tu sei qui, che la vita esiste e l’identità, Che il potente spettacolo continui, e che tu puoi contribuire con un verso. Walt Whitman Oh, Capitano, mio capitano di Walt Wh
Non t'amo se non perché t'amo di Pablo Neruda

Non t'amo se non perché t'amo di Pablo Neruda

Non t'amo se non perché t'amo e dall'amarti a non amarti giungo e dall'attenderti quando non t'attendo passa dal freddo al fuoco il mio cuore. Ti amo solo perché io ti amo, senza fine io t'odio, e odiandoti ti prego, e la misura del mio amor viandante è non vederti e amarti come un cieco. Forse consumerà la luce di gennaio, il raggio crudo, il
Giorno di Novembre di Rainer Maria Rilke

Giorno di Novembre di Rainer Maria Rilke

Rackham Il freddo autunno ha imbavagliato il giorno. Taccion le sue mille voci festanti; giù dalla torre della cattedrale campane a morto, nella nebbia, gemono Sovra gli umidi tetti si distende candido, in sonno, un fulgido vapore. Con le gelide dita il vento batte entro la gola del camino, a stormo, gli ultimi accordi d'una marcia funebre.
Seguidille di Paul Verlaine

Seguidille di Paul Verlaine

Bruna ancora non avuta, io ti voglio quasi nuda sopra un sofà tutto nero in un boudoir tutto giallo, come s'usava nell'anno milleottocentotrenta. Quasi nuda e non nuda, la tua carne intraveduta da una nube trasparente di merletti che si schiude, la tua carne dove corre la mia bocca delirante. Ti voglio troppo ridente e inoltre dovrai essere imperi
I gatti di Charles Baudelaire

I gatti di Charles Baudelaire

John W.Godward I fervidi innamorati e gli austeri dotti amano ugualmente, nella loro età matura, i gatti possenti e dolci, orgoglio della casa, come loro freddolosi e sedentari. Amici della scienza e della voluttà, ricercano il silenzio e l'orrore delle tenebre; l'Erebo li avrebbe presi per funebri corsieri se mai avesse potuto piegare al servagg
Erotica di Gabriele D'Annunzio

Erotica di Gabriele D'Annunzio

Ondeggiano i letti di rose Ne li orti specchiati dal mare In coro le spose con lento cantare Ne 'l talamo d'oro sopiscono il sir. Da l'alto scintillan profonde Le stelle su 'l capo immortale; Ne 'l vento si effonde quel cantico E sale pe 'l gran firmamento Che incurvasi a udir. Ignudo le nobili forme Consparso d'un olio d'aroma, L'amato s'addorme:
La capigliatura di Charles Baudelaire

La capigliatura di Charles Baudelaire

Ferdinand Roybet/Odalisca O chioma che ti svolgi sin sopra il collo! O boccoli! O profumo carico d'indolenza! Estasi! Per popolare stasera l'alcova oscura dei ricordi dormienti in questa capigliatura, io voglio sventolarla nell'aria come un fazzoletto! L'Asia languida e l'ardente Africa, tutto un mondo lontano, quasi defunto, vive nelle tue profond
Non t'amo come se fossi rosa di sale di Pablo Neruda

Non t'amo come se fossi rosa di sale di Pablo Neruda

Non t'amo come se fossi rosa di sale, topazio o freccia di garofani che propagano il fuoco: t'amo come si amano certe cose oscure, segretamente, entro l'ombra e l'anima. T'amo come la pianta che non fiorisce e reca dentro di sè, nascosta, la luce di quei fiori; grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo il concentrato aroma che ascese dalla ter
Canzone d'Autunno di Federico Garcia Lorca

Canzone d'Autunno di Federico Garcia Lorca

Oggi ho nel cuore un vago tremolio di stelle ma il mio sentiero si perde nell'anima della nebbia. La luce mi tronca le ali e il dolore della mia tristezza bagna i ricordi alla fonte dell'idea. Tutte le rose sono bianche, bianche come la mia pena, e non sono rose bianche, è scesa la neve su di loro. Prima ebbero l'arcobaleno. E nevica anche sulla m

Andai nei boschi

Andai nei boschi perché volevo vivere con saggezza e profondità e succhiare tutto il midollo della vita, sbaragliare tutto ciò che non era vita ! E non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto. Henry David Thoreau