By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. They ensure the proper functioning of our services, analytics tools and display of relevant ads. Learn more about cookies and control them

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Frammenti e Pensieri Sparsi

Blog

Frammenti e pensieri sparsi

Frammenti e pensieri sparsi

Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
Frammenti e Pensieri Sparsi Frammenti e Pensieri Sparsi
Articoli : 1447
Dal : 11/05/2011
Categoria : Lifestyle

Articoli da scoprire

Nuovo incontro con l'Albero-orecchio

Nuovo incontro con l'Albero-orecchio

(foto di Maurizio Crispi) Alcuni anni fa scrissi per un periodico freepress, diretto da Valentina Gebbia, un articolo sulle Magnolie, nel quale in particolare raccontavo dell'Albero-orecchio, cioè di una grande magnolia nei pressi del luogo in cui abito a Palermo, sul cui tronco appare in rilievo un enorme orecchio. Si tratta proprio di un orecchi
I segni nei muri

I segni nei muri

Il tempo scorre veloce Ieri era agosto ed eravamo nel pieno dell'estate Oggi metà ottobre è stata superata e siamo in autunno Un giorno tira l'altro a velocità da vertigine, come un turbine, un refolo di vento che diventa tromba d'aria Ogni settimana è più breve della precedente Ed è tutto eguale, tutto ordinatamente disposto Vedo nei muri i
Angel. Un insolito romanzo angelologico di Anne Rice

Angel. Un insolito romanzo angelologico di Anne Rice

Anne Rice è considerata una delle più prolifiche "regine" della moderna letteratura vampirologica. Anzi, a lei spetta sicuramente didiritto il riconoscimento di aver introdotto nella letteratura la figura del vampiro che vive conflittualmente la sua condizione e che vorrebbe sempre poter mantenere la propria umanità, condividendo affetti e senti
Il pacco di Cristiano Ronaldo e la fabbrica della pubblicità

Il pacco di Cristiano Ronaldo e la fabbrica della pubblicità

Credo che la fabbrica della pubblicità abbia ormai di molto superato i limiti del buon gusto e il senso della misura.Siamo bombardati in continuazione da aggressioni pubblicitarie, con tutti i mezzi possibili.E quelli più fastidiosi sono quelli visuali.E se non si guarda la telvisione, ripiegando su forme di di fruizione televisione del tutto ste