Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog
Frammenti e Pensieri Sparsi

Blog

Frammenti e pensieri sparsi

Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
Frammenti e Pensieri Sparsi Frammenti e Pensieri Sparsi
Articoli : 1765
Dal : 11/05/2011
Categoria : Lifestyle

Articoli da scoprire

Un sogno turbolento

Un sogno turbolento

Mi trovo a passare tutto un giorno intero in uno spazio fieristico a Milano C’è davvero di tutto La cosa che più mi colpisce è il concorso degli uomini e delle donne tatuati, che si presentano a sfilare seminudi in passerella , esibendo i tatuaggi più incredibili e meravigliosi Per esempio, tra i concorrenti c’è un giapponese che si mostra
La mamma e l'incontro con Padre Pio

La mamma e l'incontro con Padre Pio

La mamma un giorno mi raccontò che, quando mio fratello era ancora piccolo, decise di andare da Padre Pio. Lei e mio padre avevano già percorso tutte le strade allora praticabili per capire se si poteva in qualche modo "curare" la malattia di mio fratello. I risultati erano stati scarsi; sì, grazie alle terapie fisiche, lo sviluppo somatico di m
Qualcuno ha fatto una frittata

Qualcuno ha fatto una frittata

Le immagini da sole sono capaci di raccontare una storia, come - ad esempio - quella di numerose uova spiaccicate sull'asfalto che ho catturato durante una delle mie passeggiate londinesi alcuni anni fa. Qualcuno ha - per così dire - rotto le uova nel paniere e poi, se n'è andato via, lasciando le uova spiaccicate pronte per una bella frittata e
Ed è il Cinquantenario del disastro aereo di Montagna Longa

Ed è il Cinquantenario del disastro aereo di Montagna Longa

Oggi è il 5 maggio e ricorre il 50° anniversario dell'incidente aereo di Montagna Longa, nel quale perse la vita mio padre Francesco, assieme a tutti gli altri passeggeri e ai componenti dell'equipaggio di quel volo. É successo 50 anni fa, ma a me sembra ancora ieri: molte vite, troppe, furono spezzate in una vampa sul monte. Il ricordo di quel
Metallo urlante

Metallo urlante

Questa breve nota di diario scrissi il 17 maggio 2012. ieri Facebook mel'ha restituita in termini di ricordo. E la ripropongo qui. Grassi mosconi ronzano pigramente Fine pulviscolo danza nella lama di sole e un merlo, fuori, lancia il suo richiamo Il verde tenero degli alberi mosso dal vento in piccole onde eccentriche Dissonante, si leva l'urlo di
La non-arte di fare pulizie

La non-arte di fare pulizie

C'è un nuovo uomo delle pulizie in giro per casa Ahimè! Sono alquanto in apprensione e decido di tenerlo d'occhio per capire quale sia il suo modus operandi La mia prevenzione nei suoi confronti, collima con ciò che osservo Proprio non va, non va Si muove con malagrazia elefantina e dispettosa Sposta gli oggetti e li accatasta da parte per spolv
In attesa dell’appanchinato dormiente

In attesa dell’appanchinato dormiente

C'è un piccolo giardinetto nei pressi di casa mia. Grosso modo, ha un'estensione quadrangolare, con aiuole, vialetti e molto verde (che quest'anno è scampato alla mano pesante dei potatori comunali). In primavera, ci sono rigogliosi cespugli di oleandri fioriti e grandi cespi di bouganvillea che, a volte, sganciandosi dai loro supporti-tutori a c
Il questuante

Il questuante

Cammino per la strada di primo mattino Uno anziano davanti a me, una coppolicchia sulla testa e una mascherina a coprire il volto, cammina a passi incerti tutto traballante, tutto proteso in avanti come all'inseguimento d'un suo centro di gravità Ogni tanto si gira indietro La via è altrimenti deserta soltanto noi due, distanziati di un centinaio
Incontri mattutini (un recupero)

Incontri mattutini (un recupero)

Ed ecco un altro piccolo recupero dal serbatoio di note del mio profilo Facebook, mai prima pubblicato qui, su questo blog. Questa nota venne pubblicato attorno al 2015. Al termine della notte corro e cammino cammino e corro Ogni giorno , più o meno alla stessa ora, più o meno nello stesso luogo, incrocio un omino piccolo piccolo, anziano, occhia
Il sassolino nella ciabatta

Il sassolino nella ciabatta

Ieri sera, tornato a casa, come di consuetudine, ho indossato le mie comode pantofole E subito ho sentito un impiccio e come delle piccole punture al piede sinistro Ero stanco e non ci ho fatto caso più di tanto Ma avevo pensato anche: “Ma che sia un sassolino?”, interrogativo che è rimasto senza risposta, perché poi non ci ho pensato più S