Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Frammenti e Pensieri Sparsi

Blog

Frammenti e pensieri sparsi

Frammenti e pensieri sparsi

Una raccolta di recensioni cinematografiche, di approfondimenti sulle letture fatte, note diaristiche e sogni, reportage e viaggi
Frammenti e Pensieri Sparsi Frammenti e Pensieri Sparsi
Articoli : 1501
Dal : 11/05/2011
Categoria : Lifestyle

Articoli da scoprire

Orecchiette o segnalibri?

Orecchiette o segnalibri?

Lettori - ossessivi, possessivi, ostinati, occasionali, distratti, sognatori - come tenete il segno? Orecchietta o segnalibro?🤔 Rispondete al nostro sondaggio Questo è l'interessante quesito - e non banale - che è stato posto in un " poll " (sondaggio) da Il Libraccio nella sua pagina Facebook. Io, al quesito posto, ho risposto "segnalibro" (r
Di chi è Anne Frank? Restituiamo Anne Frank ad Anne Frank, sostiene Cynthia Ozik in un piccolo vigoroso saggio: contro le letture parziali e distorte del Diario

Di chi è Anne Frank? Restituiamo Anne Frank ad Anne Frank, sostiene Cynthia Ozik in un piccolo vigoroso saggio: contro le letture parziali e distorte del Diario

Il "Diario" è considerato una testimonianza dell'Olocausto: questo è soprattutto ciò che non è. Generazioni di lettori si sono abituate ad un approccio al famoso Diario di Anne Frank, in modi che sono stati distorti sia da precedenti edizioni espunte, sia dalla riduzione teatrale e poi cinematografica (si ricordare il famoso film firmato da Fra
Pity the poor cat with nine lives to live

Pity the poor cat with nine lives to live

E' molto difficile, in certi momenti della vita, trovare qualcosa da dire o da scrivere. Quando ciò capita, ci si sente prosciugati, inariditi. Quando ci si ritrova a chiedersi perchè mai, dopo un profluvio di cose scritte sugli argomenti più diversi, si crea all'improvviso il vuoto. E' quello che mi capita adesso, in questi giorni. Non riesco a
Un tuffo nel passato

Un tuffo nel passato

Nel settembre 2009 andai a seguire una gara podistica (già allora non correvo più, ma partecipavo agli eventi di ultra come fotografo). Mi sono imbattuto in un DVD nel quale erano salvate alcune gallerie fotografiche di quel periodo Non sono riuscito subito a ricordare di quale gara si trattasse: per saperlo avrei dovuto consultare la mia agenda
A perfect day

A perfect day

Invisibile, l'acqua che scorre gorgoglia sommessa nella forra in basso Cielo d'un incredibile azzurro che punge gli occhi e il fumo di legna sale in piccole nuvole discrete infiltrandosi come nebbia leggera nella fitta vegetazione selvatica C'è lo scampanio di greggi invisibili e qualche belato in dissolvenza Di quando in quando uno scalpiccio di
Katherine o gli inattesi colori del destino. Una viaggio alla ricerca del vero Sè, solo seguendo una rete di causalità e di coincidenze

Katherine o gli inattesi colori del destino. Una viaggio alla ricerca del vero Sè, solo seguendo una rete di causalità e di coincidenze

Rupert Thomson è uno scrittore che indubbiamente merita di essere esplorato. A Katherine o gli inattesi colori del destino (traduzione di Federica Aceto, NN Editore, 2016) ci sono giunto attraverso la lettura di " Morte di un'assassina", pubblicato da Einaudi (Collana Stile Libero) nel 2011, che mi è piaciuto molto, anche perché si trattava di u
Una mattina mio padre partì per non più tornare

Una mattina mio padre partì per non più tornare

Il presente scritto si riconnette ad uno più lungo che pubblicai alcuni anni fa nel blog dedicato a mio padre ( Francesco Crispi giornalista. Chi era ), nel tentativo di creare per lui una vita digitale post-mortem, visto che lui venne a mancare, quando ancora le connessioni digitali non avevano preso piede (ed ancora era ben al di là dal venire
Viaggio intorno ad un giardinetto pubblico

Viaggio intorno ad un giardinetto pubblico

Piazzetta di borgata e alberi rivestiti di verde tenero e siliquastri risplendenti di gemme amaranto e, per loro, il manto di smeraldo non è ancora arrivato Tempo lento C'è una giostrina ferma e silenziosa E c'è anche una mini-ruota dotata di navicelle-mazinga che oscillano lievi, ma non ci sono bambini e mancano voci, giochi e risa Panchine num
Ricordare correndo

Ricordare correndo

Nell'aria vibrante del primo mattino profumata di primavera corro come un tapascione Intanto, penso sono e ricordo Andavo al cinema con mia madre, da piccolo Spesso A vedere magari film poco adatti per la mia età Ne ricordo due Il Pianeta proibito (che poi mi procurà gli incubi) e Orizzonte perduto (e, anche in questo caso, la scena finale rimase