Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Maria Elena Tanca

Maria Elena Tanca

Nata a Sassari nel 1981, è giornalista professionista dal 2010.
Tag associati : attualita, cultura&spettacoli, moda

Blog

E.E.

E.E.

Il blog di Maria Elena Tanca
Maria Elena Tanca Maria Elena Tanca
Articoli : 57
Dal : 03/08/2011
Categoria : Lifestyle

Articoli da scoprire

La rivoluzione verde in California

Il settore della tecnologia green sta continuando a crescere in California. Lo sostiene un rapporto di Next 10, gruppo no-profit di San Francisco che ha rilevato l’indice di innovazione ambientale dello stato nel corso degli ultimi cinque anni. Secondo lo studio,la California è riuscita a ridurre le emissioni pro capite di gas serra, nonostante

Essere gay nel mondo musulmano

Mahmoud Hassino è un giornalista sirianogay. Ogni giorno da Antiochia, città turca nella quale si è trasferito nel 2011, dirige la prima rivista siriana per omosessuali. L’ha fondata lui: si chiama ‘Mawaleh’. “Per ora la trovate solo online -- spiega. È fatta grazie al contributo di alcuni volontari”. Cinque di loro scrivono dalla Sir

Isis, Lisa Gulizar: «Le donne yazide non sono schiave»

È l'unica artista indipendente curda e di religione yazida sulla scena europea. Si chiama Lisa Gulizar e ha 28 anni: ha lasciato la Germania per studiare, ma il destino ha voluto che diventasse una modella. Si è trasferita nel Regno Unito subito dopo la scuola superiore. E qui, mentre si laureava all’università di Oxford Brooks, ha iniziato a

Gli Usa spengono i cellulari: al tramonto inizia il National Day of Unplugging

C’è chi pubblica la foto delle uova al tegamino su Instagram spacciandola per un’opera d’arte, chi passa ore e ore a spiare i profili degli amici su Facebook e chi twitta perfino dalla tavoletta del bagno. Per tutte queste persone (se normali o affette da dipendenza lo diranno gli psichiatri) esiste il National Day of Unplugging: dal tramont

Settimana della moda: a Milano la fiera è...Super!

Scarpe, borsette, vestiti, ma anche cappellini, gioielli e sciarpe. L’atmosfera sembra quella di un bazaar e invece ci troviamo a Milano, al coperto, in piazza VI febbraio. E’ qui, nello storico Padiglione 3 dell’ex quartiere fieristico, che è stata inaugurata sabato la Fiera Super. L’iniziativa, che si svolge in concomitanza con la settim

Silicone Venezuela

L’arte imita la realtà e la realtà imita l’arte. Devono aver pensato questo in Venezuela, dove ormai anche i manichini sembrano aver fatto la mastoplastica additiva. Le vendite non andavano e così qualcuno ha provato ad adattarli al modello femminile dominante nel Paese: gambe lunghe e snelle, vitino di vespa e seni dalle dimensioni esagerat

8 marzo

Oggi è la giornata internazionale della donna, una ricorrenza che suscita reazioni controverse: festeggiata da alcuni, aspramente criticata da altri. La festa nasce ufficialmente negli Stati Uniti il 28 febbraio del 1909. È istituita dal Partito Socialista americano, che in quella data organizza una grande manifestazione in favore del diritto del
Guerra in Siria, rap come strumento di denuncia

Guerra in Siria, rap come strumento di denuncia

All'anagrafe fa Maher Almalek. Mc Maher è il nome d'arte. Lui è un rapper siriano, ma vive a Istanbul, dove si è rifugiato un anno fa con la famiglia. E, in versi, urla al mondo la sofferenza del suo popolo. «La fame nelle città è come una bestia, rifiuta di andarsene e rende ancora più orribile il sangue. Oh, Dio salvaci! Ci stanno dimentic

Stati Uniti, il Paese degli homeless

«Sono cresciuto in una casa modesta ma sicura, e sono stato abbastanza bravo da non aver avuto bisogno di andare al college». John Harrison è uno dei tanti senzatetto americani. Racconta la sua storia davanti a una platea di studenti, durante uno dei panel sugli homeless che ogni tanto i college statunitensi organizzano. La sua vicenda suona com

Mappe imprecise

I danni causati dall’uragano Sandy, che ha colpito tutta l’East Coast degli Usa nel 2012, avrebbero potuto esser previsti con maggior precisione se solo le mappe disegnate dalla Federal Emergency Management Agency fossero state aggiornate per tempo. Lo rivela un’inchiesta del sito di giornalismo investigativo ProPublica, già vincitore di due