Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Carlo Spadoni

Carlo Spadoni

Blog

Blog  di Carlo Spadoni

Blog di Carlo Spadoni

orsaminore.over-blog.it
Carlo Spadoni Carlo Spadoni
Articoli : 8
Dal : 10/04/2009

Articoli da scoprire

dalla raccolta "IL MURO E LE ROSE" - 3

Rassegnazione Rassegnazione, perché la voce mia, non odi? Su d'un gabbiano che sull'oceano, vola e si perde lontano, o sopra i l battito d'una farfalla, che ubriaca di luce le sue ali brucia intorno ad una lampada accesa, su d'una nube piccola, leggera, simile ad un fiocco di bambagia trasportare ti lasci, per negarmi la tua pietosa opera « No!
una biografia di BIANCA PAVIN

una biografia di BIANCA PAVIN

Bianca Pavin nasce a Modena nel maggio dell'anno 1900. Si trasferisce ancora molto giovane a Bologna dove ha sempre abitato e dove cessa di vivere nel luglio del 1984. La sua vita è stata tutta dedita alla famiglia e ai figli, per i quali ha anche dovuto lottare e superare diverse prove e avversità , tanto che gli avvocati, a cui si rivolgeva per

dalla raccolta "IL MURO E LE ROSE" - 1

il Muro e le Rose Dalla mia finestra uno scorcio di muro scorgo, simile ad un viso dalla vecchiaia avvizzito. Oh, muro, flagellato dal vento, dalla pioggia, dai fiocchi di neve punteggiato, mio amico sei divenuto! Con filo sottile di seta i sogni dolci della mia fantasia ricamo e la soffice trina, su di te, depongo con una carezza. Nelle serene not
POESIE dall'anima

POESIE dall'anima

...Così dalle squarciate nuvole si svolge il sol cadente e dietro il monte imporpora il trepido Occidente al pio colono augurio di più sereno di'. (d ddd (dall' < Adelchi > di A. Manzoni) nostalgia Il sole tramonta laggiù sul mare tornan le barche cullate dall'onda, ed un desir, prepotente d'amare, m'avvince il cor, con nostalgia profonda. Coi m

dalla raccolta "RIVERBERO DI STELLE" - 1

UN PERCHE' Nel tormento della carne gli artigli accuminati si approfondiscono, nel tormento dello spirito tracce profonde scavano. Oh Signore, perché di chi niuna grave colpa s'è macchiato, il suo corpo da tanto dolore è afflitto, e la rassegnazione, balsamo miracoloso per le sofferenze lenire, per le ribellioni spegnere, si è dileguata? Perch

dalla raccolta "LUCI VAGANTI" - 2

Cielo stellato Sale lo smog della civiltà e delle stelle nasconde il lor splendore. Oh! Cielo stellato perché t'hanno nascosto? Insondabili abissi nell'immensità dove l'uomo scandaglia il suo pensiero. Millenni che passano e l'universo imperturbabile si rinnova. Magnifiche notti ricordo dove le stelle come piccoli cuori palpitavano. La tua mano

dalla raccolta "LUCI VAGANTI" - 1

Fantasia Silente è l'avito palazzo con l'orologio pendolo immobile da lungo tempo. Dei scintillanti arabescati candelabri le luci spente sono. Nelle pareti le dipinte effigi degli avi assorti, vegliano. Una mano invisibile ad un tratto i l suo ritmo all'orologio, ridona e l'ore scandisce. Dai lampadari le candele innumerevoli or risplendono come m

dalla raccolta "IL MURO E LE ROSE" - 2

Bologna e i portici Occhieggianti file di portici che si snodano. In centro folla vociante, in tumulto, calmi silenzi in periferia. I l sole di sbieco entra negli incavi, con una carezza furtiva, e la pioggia dal vento portata li sferza un poco, a malincuore. Simili a frati incappucciati nella quiete periferica, coi calzari di cemento s'arrampicano