Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

berenice

Blog

Berenice

Berenice

Un diario dove annoto, con testi e foto, le tradizioni dell'Umbria, i miei pensieri sull'attualità, qualche buona ricetta e le tante curiosità che attraggono la mia attenzione. Buona lettura. Agnese Benedetti
berenice berenice
Articoli : 417
Dal : 17/01/2011
Categoria : Lifestyle

Articoli da scoprire

La Pasqua del 1963

La Pasqua del 1963

Ero ancora nel grembo di mia madre il 14 aprile del 1963, la domenica di Pasqua. Sarei nata tre mesi dopo in luglio. Era ancora Papa Giovanni XXXIII, Angelo Giuseppe Roncalli, il Papa buono. A Vallo di Nera - quello che sarebbe diventato il mio paese - anche quel giorno come a ogni Pasqua gli abitanti si recarono devotamente in Processione verso l'
La lotta dei ragnetti rossi

La lotta dei ragnetti rossi

Vi siete mai soffermati a osservare i minuscoli animaletti di color rosso che sotto il sole primaverile di questi giorni si muovono avanti e indietro sui davanzali e sui muri? Li avrete visti senz'altro, considerato che sono un po' dappertutto. Sono conosciuti come ragnetti rossi e fanno parte dei miei ricordi d'infanzia, quando sbucavano indaffara
Quando in Valnerina si coltivava  e si essiccava il tabacco

Quando in Valnerina si coltivava e si essiccava il tabacco

Ex essiccatoio di Sant'Anatolia di Narco Negli anni successivi alla seconda guerra mondiale, un'apposita Legge sostenne il piano di ristrutturazione e di rilancio della produzione di tabacco, voce importante dell'economia nazionale. Il crescente consumo di sigarette portò alla costruzione di nuovi impianti produttivi che in Umbria non si concentra
Gesù Bambino che dorme sulla Croce

Gesù Bambino che dorme sulla Croce

Nella sacrestia di una delle chiese di Sant'Anatolia di Narco, in Valnerina, mi sono imbattuta casualmente in questo quadro tenuto ingiustamente in disparte. Con una bella composizione presenta l'iconografia di Gesù Bambino che dorme sdraiato sulla Croce. Quando lo vidi mi colpì l'insolita rappresentazione e pensai che sarebbe stato bene avviare
Coronavirus, il bisogno del sacro

Coronavirus, il bisogno del sacro

Nella piccola chiesa di san Rocco a Vallo di Nera (Umbria), gli abitanti del paese hanno aperto la porta ed esposto la statua del Santo, invocato a protezione della peste e delle epidemie. Un inginocchiatoio-sedile in pietra e una grata di ferro accolgono il raccoglimento alla preghiera. La pandemia causata dal Coronavirus ha più che mai riacceso
Coronavirus, rientro degli Italiani dall'estero. Cosa fare

Coronavirus, rientro degli Italiani dall'estero. Cosa fare

Durante l'emergenza Coronavirus è bene sapere cosa devono fare gli Italiani che tornano dall'Estero, con qualsiasi mezzo di trasporto. Al fine di contenere la diffusione del contagio e di contenere l'emergenza, un Decreto firmato dal Ministro dei Trasporti e dal Ministro della Salute, prevede che al rientro il cittadino sia sottoposto all'autoisol
Le uova alla brace ricetta contadina

Le uova alla brace ricetta contadina

Le uova cotte alla brace, con la variante di uova cotte sotto la cenere, sono un piatto italiano della cultura contadina, ma vengono ancora preparate in Grecia e nell'isola di Cipro. Saporite, con una ricetta facilissima da preparare, un tempo erano un pasto a cui si ricorreva spesso. Quando, in ogni casa, nel focolare la legna ardeva tutto il gior
Quando tutte si chiamavano via Roma

Quando tutte si chiamavano via Roma

C'è stato un tempo in cui tutte le strade si chiamavano così, intendo una per ogni comune italiano. Via Roma era dovunque. Se ci sono nomi ricorrenti nella toponomastica nazionale, con strade e piazze intitolate agli eroi, ai Santi, alle celebrità e ai fatti storici, il nome che in assoluto ricorre di più lungo la penisola è quello di via Roma
Coronavirus in dialetto perugino

Coronavirus in dialetto perugino

Viruse, pipinara, ecc. ecc. Che parole sono? Solitamente in questo blog nella rubrica dialetto umbro, trovano spazio le voci dialettali dell'Umbria sud-orientale, ma quando mi è giunto sul gruppo whats app "Camminare lento" l'elenco di parole dedicate al Coronavirus (postate da Ivo Picchiarelli), ho fatto un'eccezione. Ecco il dialetto perugino ve
Dialetto umbro: piove che se fina

Dialetto umbro: piove che se fina

Una primavera calda e siccitosa ci ha fatto desiderare l'arrivo della pioggia per scongiurare carenze idriche e difficoltà. L'acqua è un bene prezioso e insostituibile e ogni tanto una piovuta è salutare per rifornire la falde delle sorgenti. Ora che la pioggia è arrivata bisogna caccia' fòra l'ombrella e arcappannasse senza zuppasse troppu .