Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Salvatore Straccia

Salvatore Straccia

Je suis né à Avellino, province de la Campania, en Italie, je vis actuellement a Novara. Je travaille dans les institutions de Haute Formation Artistique et Musicale, dont les Académies et les Conservatoires de musique font partie etc. J'aime écrire et lire, et écouter de la musique en voiture.
Tag associati : racconto breve

Blog

salvatore straccia

salvatore straccia

straccia.over-blog.com
Salvatore Straccia Salvatore Straccia
Articoli : 7
Dal : 26/01/2019

Articoli da scoprire

La signorina

La signorina

La signorina la conobbi un giorno dal meccanico, sulla statale si erano materializzati due pastori maremmani, e in quel contesto di carezze e affettuosità tra l’umano e l’animale facemmo amicizia, la signorina, che si occupava dell’amministrazione dell’officina, era sulla cinquantina all’epoca, portati con perdurante passione per i fiori
Fondazione di una casa

Fondazione di una casa

La strada è una serpentina che si dipana lungo un crestone di Appennino affacciato sul Tirreno; da qui andando verso Ovest c’è Velia, Paestum, Ascea e quella perla di naturale bellezza che è il Cilento; viaggiamo tra macchie di ulivi e bellissime querce, piccole ma dure come la roccia. Arriviamo alla casa, che una coppia di inglesi ha eletto a
La mosca

La mosca

Il genio è un africano che in sogno riesce a vedere la neve. La mosca che ieri sera tormentava la lampadina dell’abat-jour stamattina è piantata contro il vetro della finestra: riesco a vedere i suoi riflessi indaco e turchino sullo sfondo di un’alba violacea, il suo è un mondo limitato, senza selezione il suo sguardo. Scopriranno nuovi pian
I ladri in casa

I ladri in casa

Nel cuore della notte venni svegliato dalla voce del bambino accompagnata da un trambusto di porte e cassetti e passi che sembravano andare in tutte le direzioni. Mi alzai, feci per prendere i pantaloni appoggiati la sera prima sulla sedia ma non li trovai. Questo fatto unito alla circostanza della nervosa animazione al piano di sotto mi trasmise u
Lui (l’altro)

Lui (l’altro)

Lui (L’altro) aveva la straordinaria capacità, o meglio la volontaria deformazione, di creare quell’attimo di totale dissonanza, di ripetere nervosamente un gesto, come scrollare una sigaretta nel posacenere, ed era come se il tempo rimbombasse dentro se stesso, quell’istante ripetuto, che risuonava nella coscienza dell’altro all’infinit
Il barbone del Tufello

Il barbone del Tufello

Il barbone del Tufello, che sta sempre all’angolo di viale Gottardo, che ha lavorato per il Re delle marmitte, dice che c’è uno al Tufello che è uguale a lui, solo che sta sempre in giacca e cravatta e lavora in banca e va vicino alla gente e “fa così!” e ride mostrando una bocca mezzo sdentata. “Però lui ce ll’ ha i denti”.
Il manichino

Il manichino

Alcuni anni fa, dovevo essere ancora molto giovane, davanti alla vetrina di un negozio chiuso trovai un manichino femminile e me lo portai a casa. Lo vestii cogli abiti di mia sorella e mi procurai una parrucca bionda. Da allora per un pò di tempo vissi in compagnia di questo manichino, non solo in casa, me lo portavo appresso anche quando uscivo,