Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Michele Diodati

Michele Diodati

ama lo spazio ma non disdegna il tempo. Amico personale di Talete, passeggiava con lui quando questi cadde in un fosso, intento com'era a scrutare le stelle.

Blog

Memoria dello Spazio

Memoria dello Spazio

Un diario di cose celesti
Michele Diodati Michele Diodati
Articoli : 286
Dal : 08/07/2012
Categoria : Scienza e tecnologia

Articoli da scoprire

E-ELT, il telescopio estremamente grande

E-ELT, il telescopio estremamente grande

L’Osservatorio Europeo Meridionale (ESO) sta progettando la costruzione di quello che - se davvero sarà costruito - sarà il più grande telescopio del mondo. Il progetto originale prevedeva uno specchio primario da 42 metri con un'area utile di circa 1300 metri quadri. Il prezzo proibitivo, previsto in 1.275 milioni di euro, ha costretto a rive
Zoom sulle stelle più massicce di R136

Zoom sulle stelle più massicce di R136

L'ammasso R136 nella Grande Nube di Magellano, ripreso nel vicino infrarosso con lo strumento MAD del Very Large Telescope. Cortesia: P. A. Crowther et al., MNRAS 408, 2, 731–751 (2010) Il riquadro più grande dell'immagine copre una superficie di 12 x 12 arcosecondi, che, alla distanza di 49 kiloparsec a cui è situata la Grande Nube di Magellan
Messier 78, un tesoro nascosto e ritrovato

Messier 78, un tesoro nascosto e ritrovato

La nebulosa a riflessione Messier 78, ripresa con il telescopio da 2,2 metri dell'ESO in Cile. Cortesia: ESO e Igor Chekalin La splendida nebulosa a riflessione Messier 78 (più brevemente M78) è l'oggetto di quest'immagine astronomica, realizzata a partire dai dati recuperati nell'archivio dell'ESO dal russo Igor Chekalin, vincitore del concorso
La galassia a spirale barrata NGC 6744

La galassia a spirale barrata NGC 6744

NGC 6744, sita nella costellazione del Pavone a poco più di 30 milioni di anni luce dalla Terra, è una galassia a spirale barrata di aspetto molto simile alla Via Lattea. Se potessimo osservare la nostra galassia da lontano, ci apparirebbe più o meno come NGC 6744. Ciò che distingue le due galassie è principalmente la dimensione. La Via Lattea
I pesi massimi tra i buchi neri supermassicci

I pesi massimi tra i buchi neri supermassicci

Residui ultracompatti di stelle massicce esplose come supernovae, i buchi neri sono oggetti al limite della comprensione. Sono circondati da dischi di accrescimento in rotazione, che attirano materia dallo spazio circostante e possono produrre spettacolari getti, attraverso i quali parte della materia in caduta verso il buco nero viene restituita a
NGC 2467, un mandrillo tra le stelle

NGC 2467, un mandrillo tra le stelle

La nebulosa a emissione NGC 2467, nella costellazione australe della Poppa, è una complessa area di formazione stellare che comprende oggetti posti a distanze differenti lungo la stessa linea di vista. Vi sono giovani stelle blu che emettono una potente radiazione ultravioletta, ammassi aperti, vaste nebulosità di gas ionizzato e stelle in formaz
La fioccosa galassia a spirale NGC 2841

La fioccosa galassia a spirale NGC 2841

NGC 2841 è una galassia a spirale situata nella costellazione dell'Orsa Maggiore, a una distanza di circa 46 milioni di anni luce, distanza recentemente rideterminata in seguito a un'attenta analisi delle variabili cefeidi in essa presenti. NGC 2841 si contraddistingue per la presenza di molte giovani stelle calde e di relativamente poche regioni
Viaggio al centro della Via Lattea

Viaggio al centro della Via Lattea

In questa straordinaria immagine, costruita a partire da dati acquisiti dal telescopio spaziale Spitzer nel 2008, possiamo ammirare qualcosa che, nelle frequenze della luce visibile, non potrebbe essere visto neppure con il più potente dei telescopi: il centro della Via Lattea. Cortesia: NASA/JPL-Caltech Le immense distese di polveri e gas che son
L'impronta delle stelle

L'impronta delle stelle

Per chi ha un po' di dimestichezza con l'inglese, il cartone animato riprodotto di seguito è una divertente e interessante antologia di nozioni di base sull'astrofisica stellare. Prodotto in collaborazione tra PHD TV e il laboratorio di ricerca Exolab del Caltech, il video fornisce in pochi minuti una nutrita serie di informazioni, tra le quali: i
Tre super-Terre abitabili emerse dal regno dei numeri

Tre super-Terre abitabili emerse dal regno dei numeri

Una modesta nana rossa situata a 22 anni luce dalla Terra, Gliese 667 C, si è rivelata la casa di un complesso sistema planetario, costituito da almeno sei pianeti, forse sette. Tra essi, tre super-Terre situate nella zona abitabile della stella. Tutto ciò che sappiamo di questa compatta famiglia di pianeti è frutto di complessi calcoli statisti