By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. They ensure the proper functioning of our services and display relevant ads. Learn more about cookies and act

Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

libridimartina.over-blog.it

libridimartina.over-blog.it

Blog

Blog di libridimartina.over-blog.it

Blog di libridimartina.over-blog.it

commenti e recensioni dei libri che ho letto
libridimartina.over-blog.it libridimartina.over-blog.it
Articoli : 181
Dal : 02/02/2011

Articoli da scoprire

MITSUYO KAKUTA: LA RAGAZZA DELL'ALTRA RIVA

MITSUYO KAKUTA: LA RAGAZZA DELL'ALTRA RIVA

Quando leggo i romanzi scritti da donne giapponesi mi rilasso e mi faccio trasportare dalla semplicità della storia ( una casalinga che decide di rimettersi a lavorare, con un marito alquanto sciocco), dalla descrizione immancabile della natura e del cibo.C'è una storia nella storia, amicizia tra donne e sullo sfondo il Giappone moderno che poi c
ROLAND BARTHES: L'IMPERO DEI SEGNI

ROLAND BARTHES: L'IMPERO DEI SEGNI

se piace il Giappone e si cerca di capire la cultura nipponica, questo libro può dare degli indizi: dall'haiku, agli inchini, dalla bella scrittura al cibo giapponese.Il tutto spiegato da un famoso semiologo mai banale.
IAN MCEWAN: NEL GUSCIO

IAN MCEWAN: NEL GUSCIO

All'inizio sembrava di leggere il copione del film anni Ottanta "Senti chi parla" con i commenti ironici di un bimbo non ancora nato. Ma poi ti concentri sui nomi dei personaggi: la mamma Trudy, lo zio cattivo Claude e cominci a pensare ad Amleto. C'è anche un padre, poeta e romantico. Fa venire voglia di sapere come va a finire e non posso non am
LA PINA: I LOVE TOKYO

LA PINA: I LOVE TOKYO

Ma quanto è carino( kawaii) questo libricino che parla di Tokyo e del Giappone con piccoli suggerimenti, senza una grande scrittura né profondità ma con quella leggerezza che aiuta a sorridere. Molto piacevole
PIA PERA: AL GIARDINO ANCORA NON L'HO DETTO

PIA PERA: AL GIARDINO ANCORA NON L'HO DETTO

Inizio di una poesia di Emily Dickinson sulla morte, il titolo del libro racchiude tutto quello che Pia Pera vuole raccontare: la morte e il giardino. E lo fa in modo lieve, pieno di colori e di stagioni, di fiori e piante e frutti. Un libro per meditare e da regalare a chi vive un momento di sofferenza.
DONATELLA DI PIETRANTONIO: L'ARMINUTA

DONATELLA DI PIETRANTONIO: L'ARMINUTA

Tanto mi è piaciuto il libro della stessa autrice " Era mia madre", quanto questo suo ultimo mi ha dato fastidio dalle prime battute. Sarà la realtà di miseria sociale, culturale ed economica della famiglia, sarà la solita storia di ragazzina adolescente che deve crescere in un ambiente ostile, sarà che ho voglia di sentire altre storie. Libro
HELEN SIMONSON: L'ESTATE PRIMA DELLA GUERRA

HELEN SIMONSON: L'ESTATE PRIMA DELLA GUERRA

Romanzo ambientato in epoca eduardiana, con figure semplici, ben descritte e garbate. Così tanto Jane Austen. C'è la prima guerra mondiale di mezzo,ma anche tanta inglesità. Un piacere leggerlo.
PAOLO COGNETTI: LE OTTO MONTAGNE

PAOLO COGNETTI: LE OTTO MONTAGNE

Quanto è bello questo libro che parla di montagne, ma soprattutto di affetti, di silenzi e lunghe camminate. Ero sulla mia adorata montagna mentre lo leggevo e vedevo i pascoli, gli alberi, i rododendri,le pietre, i sassi. Da regalare e rileggere per sentirsi in armonia con l'universo
CONSENTINO. DODARO. PANELLA: I FANTASMI DELL'IPERO

CONSENTINO. DODARO. PANELLA: I FANTASMI DELL'IPERO

Nonostante le recensioni positive dei giornali trovo questo libro sull'Africa italiana violento e molto particolareggiato, forse troppo per definirsi un romanzo. Certo la storicità c'è tutta, ma la lievità, nonostante l'argomento molto forte della presenza fascista in Etiopia, è assente e non è un piacere leggerlo. Un documentario di carta sug
KEN HARUF: BENEDIZIONE

KEN HARUF: BENEDIZIONE

Sarà anche essenziale, semplice, pulito. Ma che banalità! L'ultimo mese di vita di una americano malato terminale di cancro. L'inizio è accattivante, ma poi la noia mi ha impedito di leggerlo con serenità, perchè non succede quasi nulla. Anche "Stoner" sembra non parlare di niente, ma dentro c'è un mondo. Proverò a leggere qualcosa d'altro d