Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Maria Attanasio di Napoli

Maria Attanasio di Napoli

amo scrivere, la mia famiglia, leggere (di tutto)la poesia, l'arte e tutto quello che si puo' ancora scoprire della vita.

Blog

Blog  di Maria Attanasio (di Napoli)

Blog di Maria Attanasio (di Napoli)

sottovento.over-blog.it
Maria Attanasio di Napoli Maria Attanasio di Napoli
Articoli : 1019
Dal : 06/02/2009
Categoria : Lifestyle

Articoli da scoprire

...

…come i battiti che pulsano nel polso mentre scrivo, pioggia che picchietta sui vetri, pianto bambino in una notte di finestre ancora aperte, come versi leggeri letti da voci d’incanto, come gente che mi volta le spalle, come acqua fredda su calda pelle, come il passare del tempo sognando, come vento sui fiori nel campo, adesso nelle parole tac

Estate

Lo posso scrivere? Sì lo scrivo non mi piace l’estate, non mi è mai piaciuta. Non mi piace il caldo, ho l’impressione a volte che mi sudino anche i pensieri e penso male. Tutto quello che faccio, mi pesa: uscire, pulire casa, vivere. Anche fare quello che mi piace mi pesa. Trovo intollerabile uscire col caldo che subito mi assale. Nemmeno qua

...

Queste piccole macchie di paura nei dell’anima, e quelli che parlano con i sassi in tasca- non sai-, la tentazione di essere felice, nonostante tutto, un trono, una corona di spine il canto delle cinciallegre , continuare anche solo per sapere come andrà a finire.

Quartiere 1 a 9

1 A quest’ora i vecchi sulle panchine si godono il sole tiepido, parlano di ieri, delle partite loro avrebbero giocato meglio, sicuro. 2 Mia madre tornando dalla spesa si riposa prima di tornare a casa siede giusto in punta della panchina, si avvicina un ragazzone nero le chiede di comprare qualcosa, lei prende una saponetta che non userà, il ra

Poesia

Quello che la luce rende visibile, noi aspettiamo. A volte è tenue la luce, più forte il buio, ma siamo forti anche noi.

...

Dove non sono, non sei. Con ago e filo ricucio quello che hai sgranato. Punto dopo punto dal centro alla periferia di ogni giorno ricucio quello che hai strappato.

Prove per una tempesta

A ridarti il dolore parola per parola, aspettarti per strada farti albero senza radici gatto perduto , nudo come mai sei stato, sotto il sole mentre ti guardi intorno spaesato e solo. A ridarti il dolore fiato per fiato, sasso per sasso essere te per un momento e questo momento vederlo passare senza traccia sulla mia fronte ché la cattiveria è il

Scampoli 1/16

1 Una volta sono andata a casa di un ragazzo che mi piaceva molto. Dopo parecchi anni ho saputo di non aver fatto una buona impressione alla madre. Troppo timida, poco caciarona e poi con quella “cosa” che parlavo in Italiano…mamma mia! 2 Una volta una tipa mi ha detto che per comprarsi i mobili nuovi aveva fatto una truffa alla finanziaria.

La versione in glicine

18 Dicono che non bisogna mai fidarsi di nessuno. Forse chi lo dice si è fidato una volta di troppo. Tradire la fiducia di una persona è un’azione aberrante a volte fatta in buona fede. Oppure siamo noi a credere che chi ha tradito la nostra fiducia era in buona fede, lo pensiamo per consolarci, per non ammettere la nostra stupidità. Quando si

...

Se potessi metterti in un posto sicuro riparato dal vento , dal sole troppo forte dalla febbre e dall’arsura quando ci sarà se le parole potessero farti da nido quando non saprai dove tornare quando rideranno di te giudicandoti diverso da loro e darti denaro per quei piccoli vizi che sceglierai di avere guardarti le spalle misurarti la pelle. Fa