Non sei ancora registrato? Creare un OverBlog!

Creare il mio blog

Hosting Aruba, pregi e difetti

Aruba eroga tutti i servizi inerenti il mondo Internet, dalla verifica domini, all'acquisto di un dominio fino al mantenimento ed alla gestione dello stesso.

I servizi Aruba: aspetti positivi

Internet, dall’anno della sua esplosione verso il grande pubblico (2000), ha visto proliferare in questi ultimi 11 anni molte società di erogazione di servizi e di connettività; tra di esse spicca il nome di Aruba, società italiana di telecomunicazioni , operante nel settore fin dal 1994, che dal 2005 ha assunto una realtà internazionale, conquistando anche i mercati della repubblica Ceca e Slovacchia, con una server farm principale, vicino ad Arezzo, di circa 2.000 mq. Il web hosting di Aruba si articola su diverse tipologie di servizi, dalla gestione del semplice DNS al Redirect, consentendo sia la scelta dell’host server, ovvero del sistema operativo su cui installare il dominio (Windows, Linux, entrambi), sia del linguaggio di programmazione (asp host o php host); uno dei vantaggi di Aruba è quello del servizio Aruba Nuke, un software di creazione e di gestione del sito che mediante un pannello di controllo sofisticato consente di poter operare sul proprio sito in maniera professionale, senza essere obbligati a conoscere linguaggi di programmazione; l’hosting site di Aruba è inoltre arricchito da due tool che consentono la creazione sul proprio sito, sia di un blog che di un album fotografico, con innumerevoli varianti. Il vantaggio principale di Aruba e dell’hosting relativo, è stato dalla prima apparizione sul mercato, il costo sempre inferiore dell’erogazione dei servizi rispetto alla media di mercato, senza però intaccare la qualità del servizio offerto. Attualmente Aruba consente di avere anche la gestione separate del servizio mail, sia free, sia su dominio, sia delle p.e.c. (posta elettronica certificata) la posta che vale come raccomandata ed accettata dalla Pubblica Amministrazione, attivabile sia direttamente sul loro dominio, sia su un dominio dell’utente già presente sui loro server.

Aspetti negativi: pochi

Uno dei punti deboli della società è quello del rapporto con la clientela in caso di guasti e/o malfunzionamenti, in quanto la procedura di comunicazione è alquanto macchinosa e non permette sempre di poter interagire direttamente con un operatore; bisogna infatti aprire un ticket di segnalazione nell’apposita area ed aspettare la risposta via mail, e questo fino a quando il problema non è stato risolto, anche se è presente un numero di un centralino che però risponde con tempi lunghissimi e molte volte bisogna richiamare poiché cade la linea. Tutto questo, comunque, accade nei rari casi in cui sussistono delle problematiche serie di connettività o di gestione dell’host server o dell’host web da parte dell’utente.

Stessi articoli di categoria Web e Cultura digitale

Come funziona BitTorrent ?

Come funziona BitTorrent ?

Bit Torrent è un protocollo peer to peer, cioè possiede una rete di computer che fungono da clienti e da serventi, senza un client e un server fissi e permette la distribuzione e la condivisione dei files da internet. Il suo obiettivo è quello di distribuire lo stesso file verso il maggior numero di utenti disponibili sia che lo stiano prelevando (download) o che lo stiano inviando (upload). Rispetto ad altri programmi di condivisione di files ha una maggiore velocità anche se per il momento non è quello che ha il maggior numero di files reperibili.
Chat gratuita: nascita ed evoluzione

Chat gratuita: nascita ed evoluzione

I servizi di chat gratuiti sono da sempre una delle feature più apprezzate dai possessori di una rete Internet, in quanto permettono il dialogo in tempo reale con persone in qualsiasi parte del mondo. Partendo dalla loro nascita, analizziamo come tali servizi si sono evoluti nel tempo fino ad arrivare alle loro versioni odierne.
Inserimento dei siti nei motori di ricerca: guida pratica

Inserimento dei siti nei motori di ricerca: guida pratica

Uno dei modi più sicuri per far conoscere il proprio sito web, è quello di provvedere al suo inserimento nei motori di ricerca. Di modi ce ne sono parecchi, ma il più sicuro è sempre lo stesso: effettuare l’inserimento manualmente, personalmente e senza far affidamento su software. D'altronde chi fa da sé, fa per tre no? Detto questo c’è da ricordare che i motori di ricerca che fanno la fama di un sito, sono principalmente tre: Google, Bing e Yahoo. Scopriamo insieme come guadagnarci le loro simpatie.